Questura-Messina-4

Operazione Matassa. Dettagli e nomi dei 35 arrestati e delle aziende sequestrate

MESSINA – Gli inquirenti l’hanno denominata operazione Matassa. Indagini complesse dalle quali sarebbero emersi rapporti tra soggetti del mondo politico e i clan mafiosi di Camaro San Paolo e Santa Lucia Sopra Contesse. Rapporti che avrebbero condizionato il libero esercizio del diritto di voto, procacciando preferenze a Franco Rinaldi, Francantonio Genovese e al consigliere Paolo David, coinvolto nell’operazione. In cambio venivano offerti agli elettori soldi, generi alimentari, assunzioni in strutture ospedaliere, agevolazioni per disbrigo pratiche. Un terromoto politico la cui eco è destinata a farsi sentire a lungo.

Oltre al consigliere comunale Paolo David, l’operazione “Matassa” fa registrare il coinvolgimento dell’ex consigliere Giuseppe Capurro. L’accusa per lui è di concorso esterno e corruzione elettorale “per aver contribuito, senza farne parte, alla realizzazione degli scopi e al rafforzamento dell’associazione mafiosa guidata da Carmelo Ventura”. Secondo gli inquirenti, si sarebbe dato da fare per risolvere alcuni problemi riguardandi l’intestazione di società a prestanome. Inoltre, come David, avrebbe stretto accordi con Ventura per assicurarsi voti in cambio di favori. In particolare, la Direzione Distrettuale Antimafia ha convogliato le sue attenzioni sulle elezioni per il Consiglio Regionale del 28-29 ottobre 2012, sulle Politiche del 24-25 febbraio 2013 e sulle amministrative per il Consiglio Comunale di Messina del 2013. Una vera e propria” associazione a delinquere allo scopo di commettere una serie indeterminata di delitti di corruzione elettorale”. Tra i procacciatori di voti, spunta il nome di Adelfio Perticari, costituitosi nelle scorse settimane per l’omicidio del ventenne Giuseppe De Francesco, avvenuto proprio a Camaro.

Nel corso dell’inchiesta, Francantonio Genovese e Franco Rinaldi sono stati ascoltati come persone informate sui fatti. I due sembra non fossero al corrente di come venivano racimolati i voti.

I provvedimenti, 26 misure cautelari in carcere e 9 ai domiciliari, sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Messina, Maria Teresa Arena su richiesta dei Sostituti procuratore della Repubblica della DDA, Liliana Todaro e Maria Pellegrino. Ad eseguirle, personale della Squadra Mobile della Questura di Messina con la collaborazione dei Commissariati della provicia e delle Squadre Mobili di Palermo, Catania, Caltanissetta, Enna, Reggio Calabria e Vibo Valentia.

Di seguito, l’elenco con  i nomi degli arrestati e delle società poste sotto sequestro.

Soggetti sottoposti alla misura della custodia cautelare in carcere:

1) VENTURA Carmelo, 55 anni, di Camaro San Paolo, inteso “Carosello”;

2) DE FRANCESCO Andrea, 45 anni di Bisconte;

3) GUARNERA Lorenzo, 55 anni di Camaro San Paolo;

4) MANGANO Salvatore, 37 anni di Cataratti, inteso “Panzazza”;

5) MISITI Albino, 54 anni di Bisconte;

6) MOSCHITTA Giovanni, 57 anni;

7) PERTICARI Adelfio, 46 anni, inteso “Adolfo”;

8) TRENTIN Domenico, 37 anni;

9) VENTURA Giovanni, 35 anni di Camaro;

10) FERRANTE Santi, 61 anni già detenuto, inteso “Ricchiazzi”;

11) PULIO Salvatore, 45 anni di villaggio SS. Annunziata;

12) CIRILLO Fortunato, 50 anni di villaggio Santo;

13) NOSTRO Gaetano, 47 anni di villaggio San Filippo;

14) MESSINA Raimondo, 43 anni di Santa Lucia sopra Contesse;

15) CAMBRIA SCIMONE Giuseppe, 52 anni di Santa Lucia sopra Contesse, inteso “Peppone”;

16) CELONA Giovanni, 46 anni di Santa Lucia sopra Contesse;

17) FOTI Francesco,53 anni di Santa Lucia sopra Contesse;

18) GIACOPPO Francesco, 50 anni di San Filippo Inferiore;

19) PERNICONE Angelo, 61 anni, inteso “Berlusconi”;

20) PERNICONE Giuseppe, 35 anni di villaggio Santo;

21) SIRACUSANO Luca, 40 anni di Santa Lucia sopra Contesse, “U Biddicchiu”;

22) SANTAPAOLA Pietro, 52 anni;

23) DAVID Paolo, 59 anni, consigliere comunale;

24) COSTA Pietro, 27 anni di Pistunina;

25) MAGAZZU’ Fortunato, 27 anni di Santa Lucia sopra Contesse;

26) TAMBURELLA Francesco, 33 anni di Santa Lucia sopra Contesse;

Soggetti sottoposti agli arresti domiciliari:

27) CELONA Vincenza, 44 anni di Santa Lucia sopra Contesse;

28) CAPURRO Giuseppe, 61 anni, ex consigliere comunale;

29) PICARELLA Giuseppe, 61 anni del villaggio Santo;

30) GIUNTI Baldassarre, 57 anni del rione Villa Quiete;

31) GENOVESE Stefano, 62 anni di villaggio SS. Annunziata;

32) CATALANO Carmelo, 24 anni di Santa Lucia sopra Contesse;

33) BOMBACI Carmelo, 34 anni;

34) MILO Massimiliano, 37 anni del rione Aldisio;

35) MILO Rocco, 40 anni del rione Aldisio.

Società sottoposte a sequestro preventivo:

1) esercizio commerciale “La Piazzetta s.n.c. di VENTURA Giovanni & co.”;

2) “Consorzio Sociale Siciliano”, con sede legale in Messina;

3) “Ser. Ge. 93 Servizi Generali s.r.l.” con sede legale in Messina;

4) “Cooperativa Sociale Angel” con sede legale in Messina.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close