polizia sera

Associazione mafiosa e voto di scambio, 35 in manette

MESSINA – Trentacinque persone sono state arrestate a seguito di una maxi operazione eseguita dalla Squadra Mobile di Messina. L’indagine, coordinata dai Sostituti Procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia, Liliana Todaro e Maria Pellegrino, ha portato all’emissione di 26 ordinanze di custodia cautelare in carcere e nove agli arresti domiciliari da parte del gip Maria Teresa Arena. Un duro colpo per i tre clan storici delle zone di Camaro San Paolo e di Santa Lucia Sopra Contesse. I reati contestati vanno dall’associazione di tipo mafioso finalizzata alla commissione di delitti contro la persona e contro il patrimonio, estorsioni, traffico di stupefacenti, acquisizioni e controllo di attività economiche, appalti e servizi.

Dall’operazione emergerebbe che appartenenti a cosche mafiose, molto vicini a personaggi della politica messinese, avrebbero ostacolato l’esercizio del diritto di voto per le elezioni regionali, politiche e comunali dall’ottobre 2012 al giugno 2013. Spicca, tra i raggiunti dai provvedimenti, il nome di Paolo David, ex capogruppo del Pd e attuale consigliere di Forza Italia.

Le ordinanze sono state eseguite grazie alla collaborazione dei commissariati della provincia e delle Squadre Mobili di Palermo, Catania, Caltanissetta, Enna, Reggio Calabria e Vibo Valentia.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close