Giuf

L’Europa celebra l’olio “Sicilia”, le parole della Giuffrida

Il via libera di Bruxelles alla registrazione del marchio di qualità Igp (Indicazione geografica protetta) “Sicilia” per l’olio extravergine d’oliva prodotto nell’isola è stato un grande successo.

Michela Giuffrida, eurodeputato Pd, membro della commissione agricoltura e sviluppo rurale del parlamento europeo, può essere considerata la “madrina” di questo risultato, ottenuto seguendo in prima persona tutte le fasi del processo i riconoscimento sin dall’inizio del suo mandato. Per celebrare la vittoria dell’olivicoltura siciliana, la Giuffrida ha organizzato a Bruxelles, dal 24 al 26 maggio, la “festa” dell’IGP olio Sicilia, in cui l’intero parlamento europeo potrà gustare l’eccellenza dell’olio extravergine d’oliva siciliano accompagnato da altri prodotti tipici della nostra regione. Con la lucidità e la franchezza che la contraddistingue, da donna prima e da professionista poi, Michela Giuffrida lancia un preciso messaggio ai produttori e chiarisce ancora una volta i contorni ed il confini dell’indicazione geografica protetta. “BGP è un’arma in più ma solo per i produttori attrezzati, è una ulteriore certificazione di qualità – dichiara – che ha e dà garanzie. Non possiamo chiedere protezione e poi non attenersi alle regole. L’olio di qualità è una grande opportunità – ribadisce la Giuffrida – che può cogliere solo chi è già attrezzato con una DOP (denominazione origine protetta), per entrare in un disciplinare europeo si devono rispettare determinati standard. Se noi pensiamo alle produzioni casalinghe c’è, per esempio, chi fa dell’ottimo vino senza avere un enologo o processi di certificazione. C’è e rimane un problema di filiera – conclude la parlamentare – per i piccoli produttori che devono organizzarsi per cercare di superare i tanti problemi che incontrano, come la distanza dai centri di imbottigliamento”. Problemi che i “grandi” agricoltori potranno risolvere grazie all’Igp, beneficiando della misura 3 del PSR Sicilia per coprire i costi di certificazione del prodotto, fino a 3.000 euro per azienda e dell’aiuto accoppiato per gli oliveti certificati Dop e Igp (di cui all’articolo 52 del Reg 1307/2013)

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close