sigla accordo 01

S. Stefano sede di turismo congressuale e d’affari in Sicilia. Firmato l’accordo!

Santo Stefano di Camastra – Il sindaco Francesco Re e il direttore Vincenzo Tumminello hanno firmato il protocollo d’intesa tra il comune e la società Sicilia Convention Bureau per l’organizzazione di eventi e attività di turismo congressuale.

Con la delibera n. 63 dello scorso 26 aprile, la giunta guidata dal sindaco Francesco Re lancia la città delle ceramiche come sede di turismo congressuale e d’affari in Sicilia. Le strutture destinate ad ospitare le attività saranno palazzo Trabia sede del museo della ceramica con 90 posti, palazzo Armao sede della biblioteca comunale con 110 posti e il cineteatro “Glauco” con 195 posti a sedere in sala interna e 300 in arena esterna.

L’attività di cooperazione avviata dal comune con Sicilia Convention Bureau, il protocollo d’intesa avrà durata 12 mesi, ha come obiettivo la valorizzazione di attività e location nell’ambito dell’organizzazione di eventi e la destagionalizzazione dei flussi turistici con ritorni anche sulla filiera tradizionale. Sicilia Convention Bureau è una società che dal 2009 si occupa di marketing territoriale, promuovendo il brand Sicilia in Italia e nel mondo, attraverso la promozione della destinazione, l’elaborazione ed il coordinamento dell’offerta congressuale e l’acquisizione di eventi, aggregando le diverse componenti dell’offerta in una logica di sistema.

sigla accordo 03

Il comune stefanese, quindi, concederà gratuitamente i preziosi palazzi d’arte e cultura che ha e SCB li trasformerà in sedi congressuali. Forma e contenuto, insomma. L’amministrazione Re avrà così l’opportunità di far conoscere ad organizzatori professionisti il territorio e gli operatori nelle sue caratteristiche e peculiarità, diventando partner istituzionale di Sicilia convention. Sarà data massima visibilità ai principali immobili di proprietà del comune, o da questo gestiti, da destinare ad attività congressuale, diffondendo con cadenza mensile una newsletter promozionale ed informativa.

A carico di SCB la fornitura delle attrezzature di volta in volta necessarie all’organizzazione con il supporto tecnico nell’organizzazione. E tutto questo senza oneri a carico del bilancio comunale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close