ospedale

Ospedale: non c’è più tempo, o servizi o chiusura

Mistretta – Dal primo maggio è stato soppresso anche il servizio di trasporto sangue e l’allarme all’ospedale Santissimo Salvatore è sempre più rosso.

Carenze strutturali, mancanza di personale, reparti fantasma e servizi intermittenti. Uno scenario desolante che ha spinto, ancora una volta, il sindaco Liborio Porracciolo a scrivere al presidente della regione Crocetta e ai vertici della sanità regionale e provinciale per “diffidare ad attuare l’atto aziendale e la pianta organica”.

Nel puzzle dell’ospedale amastratino mancano sempre più pezzi. Nell’area di chirurgia manca il primario, nella struttura semplice di lungodegenza non sono stati attivati tutti i posti letto previsti e non è stata avviate le assunzioni di personale medico e paramedico, per la riabilitazione su 40 posti letto, solo 22 sono in funzione, gestiti dalla fondazione Maugeri di Pavia. Grave la situazione dei posti SUAP, il servizio assistenziale rivolto a pazienti in stato vegetativo cronico (coma), che sarebbe dovuto partire nel 2013 e che non è stato ancora attivato. Servirebbero equipe itineranti, anche di natura ortopedica, per interventi non richiedenti la rianimazione.

E poi c’è la patata bollente del punto nascite, che dovrebbero almeno una dotazione a garanzia delle urgenze ostetriche e ginecologiche. Ad oggi, ci sono solo 2 medici anastesisti e 2 radiologi in servizio che si dividono tra pronto soccorso, sala operatoria, e assistenza ai malati della fondazione Maugeri. L’ospedale di Mistretta è un vulcano pronto ad esplodere per questo il sindaco Porracciolo ha chiesto la convocazione di un tavolo tecnico tanto urgete quanto risolutivo. Provocatorio il vicesindaco Vincenzo Oieni “chiediamo che il presidio ospedaliero venga messo nelle condizioni di lavorare ed offrire servizi al territorio.

Se, ad esempio, la farmacia dell’ospedale è in grado di fornire neppure i presidi di base per i diabetici, allora chiudiamo completamente l’ospedale anziché aspettare che qualche vita umana venga sacrificata sull’altare dell’inefficienza”. Il gruppo di opposizione “sosteniamo Mistretta” ha ribadito la “disponibilità a collaborare con l’amministrazione con l’auspicio che la richiesta del sindaco venga accolta e possa produrre gli effetti sperati”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close