ingrilli 01

Ecco il programma di Franco Ingrillì. Buoni spunti, anche ambiziosi. Lo abbiamo spulciato

Capo d’Orlando – E’ stato presentato venerdì scorso il programma elettorale del candidato sindaco Franco Ingrillì a giornalisti e sostenitori.

“Il programma che insieme alla mia squadra propongo agli Orlandini, dichiara Franco Ingrillì, è orientato a favorire uno sviluppo economico sostenibile nel tempo ed a migliorare le condizioni di vita dei cittadini; vuole esprimere una visione chiara del futuro e contiene l’assunzione di impegni concreti da attuare mediante soluzioni fattibili e verificabili nel tempo. Niente promesse irrealizzabili, libri dei sogni o slogan demagogici: il paese ha bisogno di un’amministrazione che consolidi giorno dopo giorno il rapporto di fiducia con i cittadini, che lavori con serietà per risolvere i loro problemi, che sappia guardare avanti e progettare il futuro”.

Il programma è suddiviso in sei macro aree che sono lo sviluppo economico sostenibile, efficienza e trasparenza dell’amministrazione, governo del territorio, turismo, cultura e istruzione, politiche sociali.

Un programma molto articolato che comprende spunti interessanti ed innovativi come la creazione di un’area artigianale esterna al centro abitato per favorire l’insediamento di attività manifatturiere non inquinanti, creazione di una Task Force per offrire alle nuove imprese consulenze specialistiche finalizzate a concorrere ai bandi europei e regionali, delocalizzazione del depuratore, spostando verso monte, nell’area prevista dal Piano Regolatore Generale, promozione di collegamenti con le Isole Eolie a mezzo di idrovolanti, la biblioteca sarà dotata di stampante braille e computer per la ricerca in rete e tante altre.

Per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti l’idea di Franco Ingrillì è quella di riuscire ad abbassare le tariffe con l’aumento della raccolta differenziata estesa anche a quelle contrade dove attualmente non è operativa. Inoltre, si legge, “Si potrebbe inoltre fornire in comodato d’uso gratuito alle abitazioni che dispongano di spazi esterni una compostiera domestica per il compostaggio appunto dei rifiuti organici, categoria che costituisce oltre il 60% in peso dei conferimenti totali“.

Tra questi anche punti che saranno di difficile realizzazione come la stabilizzazione dei dipendenti che operano in regime di precariato al Comune di Capo d’Orlando in funzione del quadro normativo vigente. Sono circa 140 e stabilizzarli tutti non sarà semplice e questo anche il Candidato Ingrillì ha ammesso di saperlo. Inoltre nel programma il candidato Sindaco si impegna a realizzare un sottopasso ferroviario per mezzi pesanti e di soccorso in località S. Lucia e la realizzazione di un sottopasso ferroviario carrabile in via Mancini e pedonale via Cordovena. Bisognerà di certo riprendere i rapporti con RFI che dopo lo scontro con l’attuale amministrazione ha sancito la chiusura del passaggio a livello di Via Cordovena che ha provocato notevoli disagi agli abitanti della zona e non soltanto.

Sulla spiaggia, bene primario da salvaguardare per Capo d’Orlando, e su questo tutti sono d’accordo, il programma di Franco Ingrillì prevede di assicurare l’afflusso di sedimenti dai torrenti. In parole più semplici si parla, di nuovo, di decementificazione dei torrenti. Argomento che viene riproposto ormai da 20 anni ma che non ha mai trovato una effettiva praticabilità. Inoltre viene proposto di affrontare eventuali emergenze nell’ottica del riequilibrio sedimentario agevolando azioni di ripascimento artificiale. Quindi sversamento di sabbia per urgenze che però non sembra abbia portato vantaggi in questi anni. Questi sono infatti sempre durati giusto il tempo di una mareggiata.

Sull’impianto di depurazione il programma di Franco Ingrillì evidenzia che non è adeguato ai bisogni e che il Suo primo atto da Sindaco sarà recarsi alla Regione per sbloccare immediatamente il finanziamento di 1.300.000,00 € realtivo all’edeguamento dell’impianto attuale. Abbiamo già spiegato che le cose non sembrano stare proprio così in un approfondito reportage che, nonostante dichiarazioni generiche e messaggi privati sui social di denigrazione nei nostri confronti, non ha ottenuto ufficiale smentita. Clicca qui per rileggere l’inchiesta dal titolo “La bufala del depuratore orlandino! La colpa non è della Regione ecco perché!”.

Sempre in relazione alla depurazione delle acque e alla qualità del mare di Capo d’Orlando, il Candidato Ingrillì scrive che “Il turismo Orlandino dipende soprattutto dalla fruizione balneare della spiaggia. Per questo saranno determinanti la tutela della risorsa e la qualità delle acque di balneazione, di cui si è detto al punto precedente in tema di protezione della costa e miglioramento dell’impianto di depurazione comunale. Posso dunque contrarre l’impegno che la tutela delle acque di balneazione, e conseguentemente della salute pubblica e dell’economia turistica, sarà il mio primo pensiero“.

Per quanto riguarda la cultura Ingrillì scrive che “Con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio culturale che Capo d’Orlando ha costruito nel corso degli anni, e mi riferisco principalmente alla collezione “Vita e Paesaggio di Capo d’Orlando” che dal 1955 rappresenta un evento imprescindibile nel calendario culturale Orlandino, allestiremo una mostra permanente delle opere all’interno del Municipio utilizzando l’intero spazio del piano terra”.

Un programma decisamente ambizioso e ben articolato, anche nella sua spiegazione ai cittadini. Molti dei punti trattati saranno naturalmente argomento di scontri e discussioni nei comizi che a breve cominceranno.

Il programma elettorale integrale può essere consultato al sito internet www.francoingrilli.it

 

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close