Dyletta7

L’alloggio occupato, parla il sindaco Sottile. Stasera su “Quinta Colonna”

Sant’Agata Militello – Torniamo ad occuparci del caso dell’alloggio occupato in Via Enna perché è il Sindaco Carmelo Sottile a dire la sua in una intervista che andrà in onda questa sera durante la trasmissione di Rete 4 “Quinta Colonna”.

“In merito alla casa popolare IACP di Sant’Agata occupata da cittadina di origine croata e dal figlio minore di 3 anni, ha dichiarato Sottile, è necessario fare alcune considerazioni generali sul fatto che secondo molte fonti giornalistiche e giudiziarie non è un mistero che nelle grandi città a gestire il fenomeno delle occupazioni delle case popolari ci siano delle vere e proprie organizzazioni che assicurano dopo compenso alloggi disabitati o sottratti (anche a poveri anziani assenti perché ricoverati in case di cura ), sostituendo porte e serrature ed esibendo donne incinte, bambini o diversamente abili all’arrivo delle forze di polizia .

È vero altresì che alle numerosissime richieste di assegnazione, molte delle quali inoltrate da cittadini assoggettati a procedure esecutive di sfratto, non andate a buon fine per la mancanza di alloggi liberi ,è verosimile che molte case popolari diventino oggetto di attenzione da parte di coloro che esasperati da un grave disagio economico e per stato di necessità intravedono la possibilità attraverso l’occupazione abusiva di dare un tetto alla propria prole anche a rischio di commettere gravi reati .

Questo tipo di immobili sono spesso case chiuse da diverso tempo i cui originari titolari sono deceduti o si sono trasferiti in altre dimore ,a cui non sono collegate utenze domestiche quali acqua, luce e gas e che dovrebbero rientrare nella disponibilità degli istituti autonomi di gestione se non debitamente sanate dai richiedenti con le procedure di riscatto previste per legge .

In questo contesto di grave stato di incertezza per la “proprietà ” che dovrebbe essere tutelata ricorrendo nelle sedi opportune , il potere dei sindaci nell’esecuzione di sgombero di occupazioni abusive di alloggi popolari disabitati divenuti tra l’altro anche oggetto di indagini dell’autorità giudiziaria attivate d’ufficio ,specie quando ci sono di mezzo minori , disabili o donne in stato di gravidanza ,è molto limitato anche a causa della grave condizione di crisi socio-economica e di bisogno che attraversa una grande fascia della nostra popolazione”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close