micalizzi 03

Diventa caso nazionale l’occupazione dell’alloggio popolare. Del Debbio “Ringrazio 98zero”

Sant’Agata Militello – L’occupazione dell’alloggio popolare di Sant’Agata Militello diventa un caso nazionale. Ieri sera la vicenda, esposta per la prima volta da 98zero.com, è stata analizzata dalla trasmissione “Quinta Colonna”, condotta su rete 4 dal giornalista Paolo Del Debbio.

micalizzi 02

Conosciamo la storia di Micalizzi grazie alla collaborazione dei giornalisti di 98zero.com e li ringrazio perché i redattori di siti come questo ci danno una mano a scovare storie come questa“. Così Paolo del Debbio ha chiuso il collegamento con Sant’Agata Militello ieri sera.

Giuseppe Micalizzi in diretta televisiva dal centro scommesse di cui è titolare ha raccontato il caso, assistito dall’avvocato di fiducia Alberto Letizia del foro di Patti. Appresa la notizia dell’occupazione abusiva dal nostro sito d’informazione, siamo stati contattati e fornito le informazioni in nostro possesso ai redattori Teodoro Zeller e Davide D’Aloiso, giunto a Sant’Agata domenica mattina ed autore del servizio trasmesso.

Dall’intervento di Micalizzi traspare tanta rabbia ed indignazione mista ad un senso di pietà per la presenza di un minore. “I bambini non si toccano – ha infatti ribadito -invocando l’aiuto delle istituzioni comunali rimaste finora  silenti per riuscire a recuperare l’immobile di via Enna numero 10”. Da oltre un mese non riesce ad entrare nella sua abitazione se non con l’ausilio delle forze dell’ordine, che accertata la presenza del minore non hanno potuto effettuare lo sgombero, essendo necessaria la presenza di un’assistente sociale. Attualmente è ospitato dalla sorella. Micalizzi deciso a recuperare la piena titolarità dell’immobile  si è rivolto all’avvocato Alberto Letizia e sporto denuncia-querela alla locale compagnia dei carabinieri. Il legale intenterà un’azione possessoria, per il momento ha inoltrato due lettere, una ai carabinieri e l’altra alla Procura di Patti affinchè possa venire a conoscenza delle generalità degli stranieri, indispensabile per la proposizione di qualunque atto. Risulterebbero allacciate nell’immobile sia l’utenza idrica che elettrica. Il difensore Letizia ha inviato un sollecito all’Istituto Autonomo Case Popolari (IACP), per informare l’ente della situazione e consentirgli di prendere i dovuti provvedimenti ed inoltre redatto 2 lettere una indirizzata all’Enel e l’altra al comune di Sant’Agata Militello. Il conduttore Del Debbio, presa a cuore la vicenda del santagatese, ritornerà a trattare la vicenda e consigliato all’uomo, insieme agli ospiti in studio, di rivolgersi al Prefetto di Messina per fare valere i suoi diritti. Solo negli ultimi due anni risultano pervenute al comune di Sant’Agata Militello diverse decine di richieste di assegnazione di alloggi popolari, alcune delle quali inoltrate anche da cittadini assoggettati a procedure esecutive di sfratto.

micalizzi 01

Inoltre l’ente risulta inserito, secondo la delibera del CIPE n. 87/2003  tra quelli “ad alta tensione abitativa”. Già  nel settembre 2015 il consiglio comunale si è occupato della vicenda con un atto consiliare ufficiale per chiedere all’amministrazione comunale di effettuare una ricognizione complessiva del patrimonio immobiliare pubblico, verificando l’eventuale esistenza di immobili non occupati o in attesa di assegnazione, e di redigere, secondo i criteri previsti per legge, una graduatoria unica per l’assegnazione degli alloggi. Recentemente la polemica tra l’assemblea cittadina e la giunta è tornata in auge a causa dei ritardi nella realizzazione di 18 nuovi alloggi per giovani coppie, il cui progetto, redatto dall’IACP di Messina e che prevede un investimento di 1.400.000 euro, giace nei cassetti del comune dalla fine del 2013.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close