Armaleo - Vercelli 98

Il Torri Saracene va alla coppia Armaleo – Vercelli

Gioiosa Marea – Il team composto da Salvatore Armaleo e Ivan Vercelli si è aggiudicato la terza edizione del rinomato rally “Torri Saracene”, gara organizzata come sempre dalla CST Sport.

Vittoria sofferta per la loro Renault Clio Super 1600, visto lo spietato duello cronometrico con i trapanesi Mistretta – Stassi, arrivati per l’appunto in seconda posizione. Sul gradino più basso del podio, invece, spazio per la rimonta della coppia Runfola – Pollicino. Da segnalare le pessime condizioni meteorologiche che hanno influenzato drasticamente le sorti della gara.

Salvatore Armaleo e Ivan Vercelli su Renault Clio Super 1600 curata dalla Ferarra Motors hanno vinto il 3° Rally Torri Saracene, la gara messinese organizzata dalla CST Sport di Gioiosa Marea, prova d’apertura del nuovo Campionato Regionale della specialità e del nuovo Trofeo Rally Sicilia. L’esperto equipaggio vincitore portacolori della Sunbeam Motorsport, si è imposto in due delle sei prove speciali in programma ed ha preso il vantaggio decisivo con il successo sul 3° crono. Poi il pilota messinese ed il navigatore di San Piero Patti hanno rischiato di compromettere tutto con una toccata su una barriera di una chicane sulla PS 4.

Appassionante il duello con i portacolori trapanesi di CST, Bartolomeo Mistretta e Giuseppe Stassi, secondi sulla Renault New Clio R3C e vincitori di gruppo R, che si sono imposti nel crono d’apertura, oltre che sulla PS 4. Determinante per Mistretta la scelta di gomme sul primo giro di prove, che gli ha sapientemente permesso di lottare costantemente per la vittoria. Sul palco d’arrivo a Gliaca di Piraino il podio è stato completato dai bravi cefaludesi della Island Motorsport Marco Runfola e Marco Pollicino sulla Renault New Clio R3, alla ricerca di un’opportuna mescola di gomme, che appena trovata nella 5° prova, è immediatamente valsa due decisi successi nelle ultime due PS ed una esaltante rimonta completata sul podio.

Podio e successo di gruppo N sfumato sull’ultima prova per i palermitani Totò Riolo e Massimiliano Alduina sulla Mitsubishi EVO X, dopo la bella rimonta hanno dovuto alzare bandiera bianca alla fine dell’ultimo crono per il cedimento della trasmissione. Sotto al podio Santino Trifirò e Nicola Bongiorno anche loro su Renault Clio Super 1600, che hanno perso il terzo posto, difeso soprattutto in condizioni di bagnato. Quinta posizione per l’equipaggio del Team Phoenix formato dal messinese Giovanni Celesti e dal navigatore di Sant’Angelo di Brolo Giovani Lo Neri che hanno condotto una gara accorta per le condizioni delle prove di inizio giornata.

Nulla è stato definito fino al traguardo di Gliaca di Piraino, la sfida per la vittoria è stata continuamente aperta ed accesa con duello serrato e botta e risposta tra Mistretta ed Armaleo, per le posizioni di rincalzo Trifirò, Runfola e Riolo, determinanti le scelte di gomme. Le condizioni meteo con la grandine che addirittura caduta durante i primi due passaggi, oltre ad una pioggia battente, hanno reso impervi i primi due crono. Nei passaggi successivi anche se la pioggia ha cessato di cadere, l’umido ha molto compromesso l’aderenza sull’asfalto. Sesta piazza con brillante affermazione in gruppo A per i coniugi di Sant’Alessio Siculo Tino Leo e Giuliana Duro sulla sempre agile e scattante Peugeot 106 1.6 16V, malgrado delle gomme non adatte alla prima parte di gara.
Con la settima piazza è arrivato il successo in gruppo N per gli under agrigentini della FR Motorsport Calogero Quaranta e Michele Castelli sulla Peugeot 106 con cui hanno lambito anche i vertici della classifica sotto la pioggia.

Clasifica dei primi 10: 1 Armaleo – Vercelli (Renault Clio S1600), in 30’33”9; 2 Mistretta – Stassi (Renault New Clio R3) a 7”2; 3 Runfola – Pollicino (Renault New Clio) a 1’03”0; 4 Trifirò – Bongiorno (Renault Clio S1600) a 1’30”7; 5
Celesti – Lo Neri (Renault Clio S1600) a 1’32”6; 6 Leo – Duro (Peugeot 106 1.6 16V) a 1’37”0; 7 Quaranta – Castelli (Peugeot 106 1.6 16V) a 1’56”7; 8 Nastasi – Cangemi (Peugeot 106) a 2’24”5; 9 Alibrando – Aprile (Peugeot 106) a 2’36”6; 11 Casella – Masotto (Peugeot 106 Kit) a 3’11”0.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close