municipio acquedolci

Indagati per calunnia il Sindaco Gallo e il Presidente Carcione

Acquedolci – Il giudice dell’udienza preliminare Ines Rigoli del tribunale di Patti ha fissato con decreto per il prossimo 8 giugno l’udienza preliminare nei confronti di Cirino Gallo,  sindaco di Acquedolci e del presidente del consiglio Calogero Carcione.

Concluse le indagini preliminari avviate dalla Procura di Patti, i due amministratori sono imputi del reato di calunnia con l’aggravante di aver commesso il fatto contro un pubblico ufficiale, il maresciallo Salvatore Porracciolo, comandante della stazione dei carabinieri di Acquedolci. Nella richiesta di rinvio a giudizio formulata dal pubblico ministero Giorgia Orlando, si legge tra l’altro che :“ Carcione e Gallo in qualità di rispettivamente di presidente del consiglio e sindaco mediante un esposto il primo,  indirizzato congiuntamente alla compagnia dei carabinieri di Santo Stefano di Camastra  ed al Prefetto di Messina, ed il secondo tramite missiva protocollata al comune, indirizzata al Prefetto ed  al comandante provinciale dei Carabinieri di Messina  “incolpavano”  Porracciolo di aver intenzionalmente turbato la seduta consiliare di Acquedolci del 30 agosto 2013, financo a tentare di interromperla, facendo così scaturire a carico del maresciallo un procedimento penale iscritto alla Procura di Patti, per la presunta violazione dell’articolo 340 del codice penale” (interruzione di un ufficio o servizio pubblico o di un servizio di pubblica necessità), poi archiviato. Sarà il giudice Rigoli a dirimere la questione e decidere se rinviare a giudizio gli imputati, assisti dai legali  Giuseppe Mormino e Nino Favazzo, o emettere sentenza di non luogo a procedere.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close