Pietro Di Noto

Il sogno del genio del gelato: la filiera dei prodotti siciliani

Tusa- Pietro Di Noto è stato capace di portarlo dalla Sicilia a tutto il mondo, dentro un “brikone”.

Si chiama così il contenitore che Pietro Di Noto ha inventato, che conserva la miscela del gelato siciliano e che ha un brevetto internazionale. Il maestro gelataio, ospite corteggiato della prova del cuoco di Antonella Clerici, primo in Italia a creare gelateria e pasticceria senza laboratorio, ha aperto 50 punti vendita ed ha ben 350 dipendenti sparsi nel territorio nazionale ed europeo. “Non porto un gelato in tutto il mondo, porto i prodotti e i sapori della Sicilia – dichiara Di Noto – che sono un’eccellenza. Quello che voglio e che faccio è creare una filiera per la produzione. Il mio gelato, i miei dolci, nascono al 100% dall’alta qualità della materia prima siciliana, arance, limoni, fragole, gelsi, tutto coltivato qui. Lotto e combatto ogni giorno per non svilire il mio prodotto, per proteggerlo da una guerra dei prezzi che finirebbe per abbassare non solo i costi ma anche la qualità”. Dal suo stabilimento di Tusa, in contrada Santa Maria delle Palate, comincia a prendere corpo il suo sogno “non accetterò mai di mettere il 50% di acqua per risparmiare sui limoni e abbassare i prezzi – continua Di Noto – voglio creare una rete di 100 punti vendita fuori dall’Europa, per sfruttare ed aumentare tutta la produzione che c’è in Sicilia, mantenendola sempre ad alti livelli, dando il giusto valore ai prodotti e il giusto merito ai produttori. Io ho il progetto ma per fare qualcosa di importante ci vuole al collaborazione della filiera, perché così i terreni rimangono coltivati, i nostri rimangono in Sicilia e si crea quel valore aggiunto che nasce dalla collaborazione tra produzione e commercio e che significa reddito da condividere e libertà, nascerà la grande filiera dei prodotti siciliani – conclude Di Noto – siamo stati noi gli inventori del gelato che continua ad essere figlio di prodotti nobili ed eccellenti, credo a questo progetto e proverò a realizzarlo fino all’ultima goccia di sangue”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close