Armeli

Si impossessa di 2 vitelli, annullata sentenza di primo grado

Militello Rosmarino – La  Corte di Appello di Messina presieduta da Antonio Brigandì, giudici a latere Tripodi e Trimarchi  ha annullato ieri la sentenza di condanna  di primo grado emessa nei confronti di Biagio Salvatore Borgia, assistito dall’avvocato Nunziatina Armeli.

L’uomo, classe 1986, era stato condannato dal giudice del tribunale di Sant’Agata Militello Ines Rigoli  ad 1 anno e 4 mesi per il reato di furto aggravato di bestiame consumato in Militello Rosmarino nel gennaio del 2008, al pagamento delle spese processuali, nonché al risarcimento del danno riconosciuto al proprietario , costituitosi parte civile nel procedimento.  Il giovane, forzando la porta d’ingresso di un casolare, si era introdotto all’interno di una stalla e dopo aver tagliato la rete di recinzione si era impossessato di 2 vitelli. Il giudice Rigoli non concesse all’imputato  la sospensione condizionale della pena. In Appello il difensore Nunziatina Armeli del foro di Patti ha eccepito la nullità del provvedimento di primo grado poiché non era stato mai notificato al legale di fiducia il decreto di citazione a giudizio , in tal modo le era stata preclusa la possibilità di esercitare il diritto di difesa nell’interesse del proprio assistito Borgia.

Il Procuratore Generale  ha chiesto alla Corte che fosse dichiarata la prescrizione del reato. I giudici messinesi hanno accolto totalmente  la doglianza sollevata dall’avvocato Armeli, annullato la sentenza emessa in primo grado e disposto la trasmissione degli atti del procedimento alla Procura della Repubblica di Patti  per la celebrazione di un nuovo giudizio.

Nella foto l’avvocato Nunziatina Armeli

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close