inaugurazione sala dasta 01

Inaugurata la Sala d’asta

Sant’Agata Militello – Inaugurata ieri mattina in tempi record la Sala d’asta, importante punto di riferimento per la marineria santagatese ed opportunità irrinunciabile di sviluppo del settore e dell’intera economia locale.

Presenti al taglio del nastro il sindaco Carmelo Sottile, il vice Nino Testa, l’assessore Giuseppe Puleo, il presidente del consiglio Antonio Scurria ed il consigliere Calogerino Indriolo. La benedizione ai locali è stata impartita dal sacerdote Enzo Vitanza. “Il progetto della Sala d’asta – afferma il primo cittadino- è stato concepito con il principale compito di migliorare gli standard qualitativi e produttivi della flotta peschereccia della città  e di tutti i Nebrodi, nasce da specifiche richieste dei pescatori che hanno evidenziato la necessità di avere una struttura ove sia possibile stoccare e trattare il pescato senza doversene disfare in poco tempo a causa della mancanza di locali idonei al suo trattamento.

La struttura, unica esistente in tutto il territorio, contribuisce a perseguire una serie di obiettivi tra i quali: il raggiungimento della durabilità delle risorse ittiche per le generazioni presenti e future attraverso la tutela della biodiversità e la promozione dei piani di gestione delle risorse ittiche, la valorizzazione della produzione della pesca in conformità con le norme comunitarie attraverso la tutela del consumatore in termini di rintracciabilità dei prodotti ittici, la valorizzazione della qualità della produzione locale e della trasparenza informativa, l’applicazione di marchi consortili per la promozione della qualità dei prodotti ittici.

inaugurazione sala dasta 02

Il progetto inoltre consentirà lo sviluppo di opportunità occupazionali con il ricambio generazionale delle attività economiche attraverso l’incentivazione della multifunzionalità (diversificazione), la promozione della cooperazione, dell’associazionismo e delle iniziative in favore dei pescatori, l’aggiornamento professionale e la divulgazione dei fabbisogni formativi del comparto della pesca con conseguenti interventi di formazione continua e permanente”. “La Sala d’asta quindi oggi non rappresenta solo un’infrastruttura per i pescatori- ribadisce Sottile-  ma più che mai un’opportunità irrinunciabile di sviluppo del settore e di tutta l’economia locale. Spero che da oggi si possa iniziare un nuovo cammino insieme.”
Il sindaco ha ringraziato tutti coloro i quali si sono adoperati affinché l’opera venisse conclusa a cominciare da colui il quale l’ha concepita (Carlo Giuffrè) , progettata (Arch Giuseppe Scianó), finanziata (fondi europeo della pesca ) e realizzata materialmente (dalla ditta Nocifora , Responsabile unico procedimento e direttore lavori , architetti Gambadauro e Scianó )e tutti gli intervenuti.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close