sanpiero_3

Autopsia sul corpo di Pintabona, si lavora per risalire alle cause dello schianto

San Piero Patti – Il trasferimento di G. A. presso il Garibaldi di Catania è solo in via precauzionale. Al 32enne protagonista del terribile incidente di domenica mattina lungo le strade di San Piero Patti sarebbe stato riscontrato un piccolo trauma ai polmoni, forse una leggera perforazione. Per questo i medici del Barone Romeo di Patti hanno deciso il trasferimento presso il nosocomio etneo. Le sue condizioni sono comunque stazionarie e non si teme per la sua vita.

Intanto continuano le indagini delle forze dell’ordine per risalire alle cause del tragico schianto in cui ha perso la vita Alfio Pintabona. Gli esami del sangue effettuati sul conducente escluderebbero la guida in stato di ebbrezza. Un colpo di sonno? L’elevata velocità? Un corpo estraneo in mezzo alla carreggiata? Le ipotesi al vaglio sono tante e gli investigatori non escludono alcuna pista. Intanto il  conducente (G.A.) risulterebbe al momento indagato per omicidio colposo, ma si tratta, naturalmente, di un atto dovuto.

Nel frattempo è stato disposto l’esame autoptico sul corpo della vittima, che risulta ancora sotto sequestro all’ospedale Barone Romeo di Patti. L’autopsia dovrebbe svolgersi tra oggi e domani; solo successivamente il corpo sarà restituito alla famiglia per le esequie.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close