Oro

L’alta formazione del liceo artistico che vale “oro”

S.Stefano – E’ un’offerta formativa sempre più ricca e “preziosa”. Al liceo artistico “Ciro Michele Espostio” è in corso il progetto “i gioielli della corte inglese: lo stile edoardiano”, patrocinato dall’accademia di belle arti “Michelangelo” di Agrigento, con la collaborazione della scuola di formazione il “Tarì” di Marcianise in provincia di Caserta. 15 studenti, il lunedì e il giovedì dalle 14.30 alle 17.30 seguono il laboratorio tenuto da Angela Arrigo, docente in pensione del liceo artistico di Enna, che insegna progettazione e design di oreficeria e metalli, e dal giovane maestro orafo Paolo Faraci. Il progetto ha durata biennale, con due stage effettuati al termine delle lezioni, tra aprile e maggio, al Tarì di Marcinise, un’eccellenza mondiale nel campo dell’oreficeria che potrebbe anche predisporre un eventuale bando di concorso o di una sinergia alternativa che possa dare sbocco lavorativo ai partecipanti. In questo primo anno saranno tenute lezioni sulla storia dei gioielli edoardiani, tra i più belli mai prodotti, che saranno riprodotti graficamente e poi in laboratorio. Nel secondo, invece, è prevista la rivalutazione in chiave moderna delle opere studiate e realizzate, la pubblicazione di un opuscolo e di un calendario pubblicitario. Al termine del progetto gli oggetti realizzati, saranno catalogati rimanendo di proprietà della scuola. “Il nostro liceo artistico ha aperto questo nuovo orizzonte verso l’alta formazione – ha detto il vicario generale del liceo stefanese – Domenico Boscia – che può essere chiave di futuro lavorativo e di investimento. L’oro è un metallo nobile che può fondersi con la ceramica in un incrocio di arte e genialità. Grazie al nostro dirigente Alfredo Prado che rappresenta non solo il liceo ma anche l’accademia agrigentina, istituzione che continua a sponsorizzare le nostre iniziative”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close