torrente mela

Il Torrente Mela sarà messo in sicurezza. Parola del Genio Civile

MILAZZO – La grave situazione ambientale del Torrente Mela presentata al Capo del Genio Civile di Messina, ingegnere Leonardo Santoro.

Una delegazione del Comitato Bastione, composta da Stefano Maio, Salvatore Nania e Carmelo Anania, ha raccontato ciò che gli abitanti della frazione hanno vissuto nella giornata dello scorso 10 ottobre. La forte pioggia delle prime ore del mattino, l’esondazione del Torrente Mela e danni, tanti danni. Un film già visto quasi cinque anni prima. Il 22 novembre 2011, il fango aveva già fatto capolino da quelle parti, presentando un conto salatissimo a commercianti, agricoltori e semplici cittadini. L’ingegnere Santoro ha spiegato che è in corso la progettazione per mettere in sicurezza il torrente con un progetto esecutivo che dovrà essere completato entro un mese per un importo di circa 5 milioni e 900 mila euro. Previsti la ricostruzione del muro d’argine (il bastione, appunto), lo svuotamento dell’alveo e il ripristino dell’area golenale. Inoltre, il capo del Genio Civile ha fatto sapere di avere sollecitato i Comuni che insistono nell’area del Torrente Mela a chiudere tutti i varchi d’accesso a ridosso degli argini, allo scopo di interrompere lo scarico illegale di rifiuti e materiale di risultato. Il Genio Civile ha inoltre chiesto a Rete Ferroviaria Italiana di rimuovere le pile e il tratto del vecchio ponte di ferro, ormai inutilizzato. Strutture che impediscono il naturale flusso delle acque in caso di piena. Soddisfatta per l’esito dell’incontro, la delegazione del Comitato Bastione ha assicurato che vigilerà affinché al più presto venga attuato il progetto esecutivo previsto per mettere in sicurezza, una volta per tutte, il territorio della frazione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close