PicsArt_1458294233158[1]

Al via “La Banca del Tempo”,17 i Comuni aderenti.

Piraino – Si è svolto mercoledi 16 marzo scorso un incontro divulgativo tenuto dall’Amministrazione Comunale al Palacultura “Don Puglisi”, allo scopo di incentivare le adesioni all’iniziativa chiamata “La Banca del tempo”.

Sono 17 i comuni dei Nebrodi che aderiranno alla proposta, la quale rientra in un progetto più ampio che prende il nome di “CONCILIA FAMIGLIA&LAVORO – Rete Sociale Integrata NEBRODI CITTA’ APERTA”.

Si punta alla solidarietà e all’aggregazione tra le persone, in cui l’investimento primario è il tempo e non il denaro. Un istituto di credito particolare dove lo scambio reciproco di esperienze è finalizzato a promuovere le relazioni sociali. Una specie di ritorno al baratto dove viene avviato il meccanismo del dare e avere attraverso l’apertura di un conto corrente in “ore”, come in una vera e propria banca dove però l’unità di misura esclusiva è il tempo.

Il Comune capofila è Capo d’Orlando, a seguire tutti gli altri paesi aderenti al progetto: Brolo, Ficarra, Galati Mamertino, Longi, Mirto, Mistretta, Naso, Piraino, S.Salvatore di Fitalia, S.Agata di Militello, Sant’Angelo di Brolo, S.Stefano di Camastra, Sinagra, Torrenova, Tortorici, Ucria.

Responsabile  dell’area, per quanto riguarda Piraino è la dottoressa Zeus, che nel corso dell’incontro ha illustrato ai presenti le modalità e le caratteristiche del progetto.

Un portale web denominato www.bancadeltemponebrodi.it, è stato messo a disposizione di tutti i cittadini residenti nell’ambito territoriale dei 17 comuni, per aderire all’iniziativa attraverso la registrazione. Chi si iscriverà verrà poi contattato e chiamato per un colloquio a scopo conoscitivo. Gli interessati potranno rivolgersi anche presso gli sportelli comunali dedicati al progetto.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close