Cirillo

Arrestato pregiudicato per rapina in abitazione ai danni di un anziano, ore contate per il complice.

Messina – Nelle prime ore odierne i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Beniamino CIRILLO, pregiudicato.

L’uomo, messinese  del 1988, ritenuto uno dei responsabili di una cruenta rapina in abitazione consumata il 29 febbraio 2016 ai danni di un anziano del villaggio Zafferia, aggravata dall’avere agito in più persone riunite, posto la vittima in stato di incapacità di agire e commesso il fatto nei confronti di persona ultrasessantacinquenne.

Quella sera, infatti, i quattro malviventi si erano fatti aprire la porta dell’abitazione del povero anziano suonando con insistenza il campanello e, una volta dentro casa, mentre due avevano iniziato a percuotere e minacciare di morte la vittima, intimandogli di consegnare tutti i soldi in suo possesso, i restanti due rapinatori rovistavano tutte le stanze alla ricerca di beni di valore da trafugare. L’anziano, malmenato ed immobilizzato, è stato infine costretto a consegnare le chiavi di una piccola cassaforte, dalla quale i quattro aggressori hanno prelevato diverse migliaia di euro in contanti. Dopodiché si sono dati alla fuga, chiudendo il povero malcapitato all’interno di una stanza, per dileguarsi prima che venisse dato l’allarme.

Quando i Carabinieri erano giunti tempestivamente sul posto, chiamati da un passante che si era insospettito notando la porta dell’abitazione spalancata, avevano trovato l’anziano dolorante ed in stato di shock, comprendendo subito la brutalità di quanto accaduto. L’uomo, nonostante avesse riportato lesioni al volto e contusioni varie, tanto da dovere ricorrere a cure mediche, era stato comunque in grado di raccontare subito ai militari quanto accaduto

Sono quindi immediatamente iniziate, in maniera serrata e meticolosa, l’attività di ricerca della prova, che hanno consentito di mettere insieme i primi e fondamentali tasselli dell’indagine che in pochi giorni, senza lasciar spazio a dubbi, ha portato all’identificazione di uno dei rapinatori nell’odierno arrestato.

In particolare, le indagini svolte dai militari dell’Arma e coordinate dal Sost. Proc. Dott. Roberto CONTE della Procura della Repubblica di Messina, hanno consentito di giungere all’identificazione del CIRILLO grazie all’immediata ricostruzione della dinamica degli eventi, il repertamento e l’analisi di ogni fonte di prova presente sulla scena del delitto, la visione delle immagini di tutti i sistemi di videosorveglianza presenti in zona, pressanti perquisizioni, attività tecniche ed accertamenti di tipo scientifico, permettendo di far luce su un episodio particolarmente grave e che, per le particolari modalità di esecuzione e per la vulnerabile tipologia della vittima, aveva creato un forte allarme sociale in tutti gli abitanti della zona sud, soprattutto nelle persone anziane e sole.

Beniamino CIRILLO e i tre complici, nell’ordinanza di applicazione della misura cautelare, a firma del GIP del Tribunale di Messina (Dott. Salvatore Mastroeni), sono delineati come soggetti di evidente spregiudicatezza, anche considerata la prevaricazione con cui è stata portata a compimento la rapina.

Viste le rilevanti esigenze cautelari dettate dalla disinvoltura con cui lui ed i complici si sono introdotti nell’abitazione di una vittima inerme – senza esitare ad usare violenza nei confronti di un uomo anziano – e dai precedenti penali per reati contro il patrimonio che ne evidenziano la capacità criminale, dopo la cattura è stato ristretto presso la Casa Circondariale di Gazzi, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Sono tutt’ora in corso ulteriori accertamenti dei Carabinieri finalizzati all’individuazione dei tre complici e non si escludono sviluppi nelle prossime ore.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close