IMG_9022

Via il passaggio a livello e nuovo sotto via

S.Stefano – Nella zona “barche grosse”, dove sorgerà il porto, la ferrovia realizzerà un nuovo sotto via.

Prima dell’estate o in autunno il progetto andrà in appalto ed entro la fine dell’anno saranno consegnati i lavori che, almeno da calendario, dovrebbero concludersi nel dicembre 2017. Il sindaco Francesco Re e l’architetto Francesco La Monica, capo ufficio tecnico della città delle ceramiche, hanno incontrato a Roma i vertiti di Rfi, rete ferroviaria italiana, che da anni ha avviato un programma nazionale di soppressione dei passaggi a livello, i punti dove i treni incrociano la viabilità stradale, sono troppo pericolosi. Gli interventi sono finanzianti dallo stato, l’investimento sulla rete nazionale è di circa 50 milioni di euro, e concordati con regioni, province e comuni, quelli smantellati sono sostituiti con sottopassi o cavalcavia. Tra questi rientra anche quello stefanese di via Marina, l’unico rimasto dato che quello di contrada Palamara, in zona Playa Blanca, è stato soppresso venti anni fa. A compensazione di questa “eliminazione” saranno realizzati una serie di interventi: un sovrappasso pedonale con rampa e passerella dove si trova il vecchio passaggio, un sottovia nuovo nella zona di Barche grosse ed il miglioramento di quello “vecchio” in contrada Ortora, la cosiddetta zona mare di ponte degli orti. Tutto in un unico intervento, che ancora presenta qualche problema tecnico ma di non di rilevante entità. Ovviamente e opportunamente, il sindaco Francesco Re spinge perché i lavori siano avviati più presto possibile e il sottovia sia pronto quando aprirà il cantiere del porto, considerato che rappresenta l’accesso all’aria portuale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close