tribunale messina

Torna in libertà giovane orlandino trovato in possesso di 100 gr di marijuana

Capo d’Orlando – Il tribunale del Riesame di Messina ha revocato nei giorni scorsi la misura dell’obbligo di dimora imposta ad un giovane di Capo d’Orlando G. C. Z. C. sorpreso nel luglio scorso dalla polizia paladina a bordo di un treno di ritorno da Palermo in possesso di 100  grammi di marijuana.

Il giovane, classe 1988, originario di Capo d’Orlando, assistito dall’avvocato Nunzatina Armeli (nella foto di seguito) fu processato per direttissima per il reato di detenzione per uso personale della sostanza stupefacente innanzi al giudice monocratico Mandanici del tribunale di Patti, che dispose per l’imputato,  la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza.

avvocato nunziatina armeli

L’uomo, riconosciuto assuntore personale e sottoposto a trattamento al Sert di Sant’Agata Militello, non deteneva infatti al momento dell’arresto bilancino, cartine, taglierini né altri strumenti utili allo spaccio.

Avverso il provvedimento del giudice di Patti era stato proposto senza esito positivo ricorso al tribunale della Libertà di Messina. La Cassazione, grazie all’istanza presentata dall’avvocato Salvatore Zingale, ha annullato la decisone del tribunale della Libertà. Il 25 febbraio scorso il  Riesame ha fissato una nuova udienza ed accogliendo la tesi difensiva del legale Armeli ha revocato il provvedimento cautelare. L’udienza del processo si svolgerà nel mese di aprile, il giudice Mandanici, su richiesta della difesa, ha nominato un perito per stabilire il principio attivo della sostanza ed il numero di dosi ricavabili.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close