patti brolo tribunale

Insegnate accusato di violenza sessuale torna libero

Capo d’Orlando – Revocata la misura cautelare degli arresti domiciliari a Giovanni Dal Bo’, docente di Capo d’Orlando imputato di violenza sessuale.

Il tribunale di Patti in composizione collegiale presieduto dal giudice Sandro Potestio ha disposto, venerdì scorso, sulla base del ricorso “de libertate” proposto dall’avvocato di fiducia Giacomo Portale, la sostituzione della misura degli arresti domiciliari con quella dell’obbligo di dimora nel comune di residenza. Ai domiciliari da oltre un anno il docente, dovrà rispondere del reato di violenza sessuale consumata nei confronti di una ragazza affetta da disabilità intellettiva e di tentata violenza sessuale nei confronti dia altre 2  giovani, una delle quali minorenne.

I fatti contestati si sarebbero svolti nel giugno del 2013 e nell’agosto del 2014, a bordo di un treno e sul sagrato della chiesa Cristo Re di Capo d’Orlando,  l’uomo, classe 1962, approfittando delle condizioni di inferiorità della vittima, affetta da un ritardo cognitivo medio, l’avrebbe costretta a subire atti sessuali consistenti in toccamenti in varie parti del corpo. La  donna, minorata mentale, per la quale è stato necessario nominare un curatore speciale affinchè sporgesse querela è assistita dall’avvocato Giuseppe Mormino. Negli altri due episodi, oggetto del dibattimento, il professore avrebbe abbracciato le giovani e tentando di baciarle contro la loro volontà , avrebbe posto in essere atti idonei diretti in modo non equivoco a costringere le stesse a subire atti sessuali, fortunatamente non verificatesi poiché le vittime riuscivano a divincolarsi ed a scappare via.

Incardinato il processo lo scorso 19 febbraio e rigettate alcune eccezioni preliminari eccepite dai difensori il procedimento è stato rinviato al mese di luglio per l’escussione degli agenti di polizia intervenuti all’epoca. Grande soddisfazione è stata espressa dal legale Portale, che aveva inoltre  proposto ricorso alla Corte di Appello di Messina in ordine  al diniego dell’istanza di scarcerazione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close