patti

Nasce “Patti2.0”, Papa incassa due liste. Pronta la corazzata Aquino?

Patti – Più si avvicina la scadenza elettorale, maggiore è la confusione tra i gruppi politici in corsa per le amministrative di primavera. Tra disunità, defezioni e cambi di casacca in corsa, l’impressione è che a giovarne, in questo momento, sia esclusivamente il sindaco uscente.

Nel variegato universo Pd non si riesce ancora a trovare il bandolo della matassa. E nel frattempo il gruppo di Achille Fortunato e Nuccio Di Santo (compreso l’intero Big Bang) abbandona la coalizione. Per la corsa allo scranno più alto di Palazzo dell’Aquila resta in piedi il nome di Gaetano Crisà, mentre Tino Giusto continuerebbe a dialogare su più fronti, non negando la sua intenzione di riproporsi al giudizio dell’elettorato pattese.

In bilico, secondo voci di popolo, la posizione di Bonsignore, che comunque non ha mai ufficializzato la sua candidatura a sindaco. Dopo l’uscita dalla coalizione dell’ex consigliere provinciale Rosario Sidoti, il gruppo è rimasto orfano della lista “Centro per Patti”. E a questo punto l’ex presidente del Consiglio comunale potrebbe fare affidamento solo su Mastronardi, Cimino e Gullo. Anche se ad oggi l’appoggio di quest’ultimo non è affatto scontato. E qualcuno azzarda addirittura l’ipotesi di un possibile appoggio ad Aquino.

Dal canto suo l’attuale primo cittadino smentisce qualsiasi dialogo con l’ex vicesindaco della giunta Venuto, mentre potrebbe incassare l’appoggio del movimento “Sicilia Futura” di Attilio Scarcella, Paolo Donzì e Francesco Arrigo con la benedizione degli onorevoli Greco e Picciolo. Scontato appare invece l’appoggio di “Centro per Patti” di Sidoti e della lista “Patti nel Cuore”. Dunque, potrebbero essere tre o forse quattro le liste a supporto della candidatura di Aquino, che mostra serenità e dichiara: «Mi piace pensare che ci sia condivisione su un percorso da seguire insieme, correggendo qualche errore del passato. Al di là dei numeri e delle alchimie, mi interessa condividere un programma di sviluppo; non mi appassionano i calcoli e le strategie. La città è in difficoltà come tante realtà locali, dobbiamo dunque riunire le forze e migliorarci per uscire dal pantano. Credo che in questi anni sia stato cambiato il metodo e alcuni risultati importanti sono stati raggiunti. Non ci saranno veti per nessuno, ma il discrimine è la condivisione del progetto. E solo di questo vogliamo parlare».

Nel frattempo lavora alacremente anche Alessio Papa, che incassa l’appoggio di due liste: “NPP” e la nuova “Patti 2.0”, lista civica coordinata dalla giovane Annalisa Salpietro. “Rilancio” è la parola d’ordine della nuova aggregazione, «che deve necessariamente passare – scrivono i suoi esponenti – dall’innovazione delle soluzioni di gestione amministrativa che potranno portare la città nelle avanguardie dei Comuni virtuosi, ottimizzando e rendendo efficienti le risorse, costituendo un modello a cui gli altri Comuni potranno ispirarsi e dunque conferendo a Patti quel ruolo di primo piano a cui per troppo tempo ha rinunciato». Massima fiducia in Papa, candidato che «meglio può rappresentare le esigenze di trasparenza e di un nuovo modo di fare politica».

Rimangono confermate anche le candidature di Antonino Lena (ex vicesindaco della giunta Aquino) e di Maria Teresa Calabrese, mentre si attende l’ufficialità di Nicola Calabria, il quale ha di recente accettato il ruolo di coordinatore della lista “Anima Pattese”. La discesa in campo del leader di Assoconsumatori sarebbe ormai scontata, anche se in un recente comunicato del gruppo non si è fatto alcun cenno alla candidatura, col preciso intento di accendere i riflettori sul progetto piuttosto che sulla persona.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close