pippo ricciardello

“Dama Nera” e Pippo Ricciardello: i dettagli del coinvolgimento

Brolo – Da ieri l’imprenditore brolese Pippo Ricciardello si trova agli arresti domiciliari per il coinvolgimento nell’inchiesta della Procura di Roma, denominata “Dama Nera2”, incentrata su presunti illeciti nella gestione degli appalti ANAS,

Dall’ordinanza di custodia cautelare emergono i dettagli del coinvolgimento dell’imprenditore brolese, al quale è dedicato un intero capitolo dell’ordinanza. Dalle pressioni esercitate dall’imprenditore alla Dama Nera, Antonella Accroglianò, per lo sblocco di alcuni pagamenti, sino alla turbativa d’asta per la realizzazione della strada statale 117 Centrale sicula, la cosiddetta Santo Stefano Camastra – Gela. Pare che tra Ricciardello e la Dama Nera, secondo gli inquirenti, emerga la figura del deputato Marco Martinelli, raggiunto ieri da avviso di garanzia, componente della Commissione Ambiente. L’accusa mossa a Ricciardello riguarda proprio la gara d’appalto per la realizzazione della suddetta opera, cofinanziata dalla Regione con un bando da 96 milioni, assegnato per 63,7 milioni di euro, con un ribasso 33,7%, che a quanto pare sarebbe stata turbata a favore di Ricciardello, in cambio del pagamento di trentamila euro alla Accroglianò e ad Elisabetta Parise, altra funzionaria Anas ed anche allo stesso Martinelli.

La Procura di Roma, contesta inoltre, anche la corruzione nei confronti di Antonella Accroglianò, per lo sblocco di una penale all’impresa Ricciardello e lo scambio di favori tra l’imprenditore e la Dama Nera.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close