operazione-anchovy-1068x723

20 quintali di “neonata” sequestrati in Provincia

La Sicilia orientale promuove l’operazione “Anchovy”. Scopo: contrastare il fenomeno della pesca abusiva di novellame di sarda. Avviate, nelle scorse settimane, le relative e necessarie attività, condotte dai reparti operativi della Guardia Costiera. Per oltre un mese, i militari, coordinati dal Centro Controllo Area Pesca di Catania, hanno svolto le opportune verifiche e sottoposto a controllo attività commerciali ed unità da pesca, monitorando costantemente e senza sosta, il territorio ed il mare, rilevando oltre 12 tonnellate di pescato, di cui è stato disposto il sequestro.

Tali verifiche hanno richiesto lo spiegamento di 270 uomini, trovatisi impegnati nell’attività di ispezione di oltre 550 attività commerciali. Ammonta a 54mila euro circa l’importo corrispondente alle sanzioni erogate ed 11 sono state le persone deferite alle autorità giudiziarie competenti.

All’operazione, hanno partecipato 30 unità navali, che, nel corso dell’accertamento, hanno predisposto ed eseguito il sequestro di oltre 70 elementi utili alla pesca, non consentiti ed illecitamente detenuti a bordo dei pescherecci utilizzati per la pesca dei Gianchetti (nome commerciale attribuito in lingua ligure al novellame del pesce azzurro).

Particolarmente intenso il controllo condotto, a tutela dei consumatori, nella provincia di Messina, laddove sono stati rinvenuti e sequestrati 20 quintali di bianchetti, e precisamente 5 quintali nel milazzese e 15 nel messinese, prevenendone così, tempestivamente, la commercializzazione illecita. Nella città di Stretto, si è evitato che 10.000 Kg di pescato, in cattivo stato di conservazione, finissero sul mercato. A seguito degli accertamenti eseguiti dal personale sanitario, il quantitativo di pesce è stato dichiarato non idoneo al consumo umano e, quindi, trasportato nella struttura predisposta allo smaltimento dei rifiuti.

Il controllo sanitario sul restante pescato sequestrato è stato, invece, attuato dai veterinari dell’Asp, all’uopo competenti. Giudicato commestibile, è stato interamente devoluto alle associazioni di beneficenza della Sicilia orientale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close