A marina

Porto della bellezza: nominata la commissione

S.Stefano – Presidente della commissione di gara è l’ingegnere Angelo Schembri che guida l’Urega di Ragusa, vicepresidente l’ingegnere Dario Costantino della sede di Catania, i due esperti in opere marittime e lavori di dragaggio sono Giuseppe Puglisi dell’albo di Messina e Antonio Li Puma di quello di Palermo, in rappresentanza del comune stefanese il geometra Rinaldo Mangalaviti. Questa la “squadra” di professionisti che valuterà l’offerta della Maeg Costruzioni Spa per la realizzazione del porto turistico e delle opere connesse. Si tratta, lo ricordiamo, di un “affidamento in project financing tramite procedura aperta di una concessione di progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva dei lavori, nonché gestione economica e finanziaria”. Se la commissione darà il via libera all’unica offerta presentata, si procederà all’aggiudicazione e poi alla redazione del progetto esecutivo, con tutte le approvazioni “del caso”. ). Il porto stefanese dagli addetti ai lavori è considerato un’opera ambiziosa e, infatti, tra i project financing, è l’importo a base d’asta più “grosso” che l’UREGA abbia mai ricevuto dalla sua istituzione, nel 2005. L’opera portuale, ha un costo di 63 milioni di euro, ed è integrata dalla rifunzionalizzazione dei palazzi comunali da destinare a struttura ricettiva, dalla realizzazione di un parcheggio alla spalle delle scuole elementari con la riqualificazione di tutta l’aria, l’accesso alla statale 113, il collegamento con l’area portuale mediante funicolare e la realizzazione di due tratti di strada di collegamento, lungomare, che collegano l’area portuale con il lungomare Ortora. Sono opere opzionali, per cui non c’è vincolo per il privato. I posti barca saranno 750.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close