tribunale

Morte di un artigiano, due medici condannati

BARCELLONA P.G. – Due medici sono stati condannati per la morte di Gino Triolo, 58enne artigiano di Rodì Milici, venuto a mancare il 30 dicembre 2008. Quattro le assoluzioni. Il giudice Fabio Processo ha condannato a un anno il medico del pronto soccorso Carmelo Rizzo, 55 anni e a quattro mesi la cardiologa Maria antonietta Giuffrida, 52 anni. Per entrambi la condanna è con pena sospesa. Fissata anche una provvisionale di 25 mila euro per la parte civile. Assolti con formula piena gli altri medici imputati, ovvero Giuseppe Crinò, 57 anni; Sebastiano Imbesi, 61 anni; Antonino Benvegna, 62 anni e Francesco Calabrò, 57 anni che prestavano servizio al momento del ricovero del paziente presso il “Cutroni Zodda” di Barcellona Pozzo di Gotto. Per tutti il Pubblico Ministero aveva chiesto una condanna di 8 mesi. Triolo fu trasportato al Pronto Soccorso il giorno antecedente alla sua morte con un sospetto infarto in corso. Ai medici è stata contestata la negligenza di non avere effettuato accertamenti di secondo livello per approfondire e diagnosticare la patologia che ha portato al decesso del paziente. Accertamenti che avrebbero potuto consentire la predisposizione del trasferimento presso un altro nosocomio, dove un intervento chirurgico avrebbe potuto salvare la vita all’uomo.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close