Palazzo Armao

Lo sportello UNIME dei nebrodi occidentali resta

S.Stefano – Allarme rientrato. Lo sportello Unime della città delle ceramiche resta aperto ed operativo. Ieri sera lo ha stabilito il consiglio di amministrazione dell’ateneo messinese, riunitosi anche per discutere del futuro degli sportelli decentrati, Sant’Agata e S.Stefano. Il sindaco stefanese Francesco Re è intervenuto con carta e penna ed ha scritto al rettore Pietro Navarra. “Ribadisco l’importanza che lo sportello UNIME riveste per il territorio di questa parte terminale della provincia di Messina, di cui il mio comune rappresenta il baricentrico punto di riferimento – si legge nella lettera di Re – e garantisco la piena ed assoluta disponibilità di questo comune come quella delle altre municipalità limitrofe e circostanti a porre in essere ogni qualsiasi utile iniziativa volta a scongiurare la soppressione di tale importante struttura di servizio e di ausilio per gli studenti e per le loro famiglie”. Messaggio ricevuto dal magnifico rettore. Lo sportello UNIME è stato voluto 5 anni fa dalla precedente amministrazione, guidata dal sindaco Mastrandrea, ha sede a Palazzo Armao ed è gestito dal signor Bordonaro, diventato in questi anni un punto di riferimento affettivo ed “universitario” per centinaia di studenti nebroidei. Sorridono anche i giovani democratici dei circoli dei nebrodi fin da subito schierati a difesa degli sportelli decentrati, “Il provvedimento di soppressione -scrivono i segretari Riccardo Spanò, Alessandro Ricciardo ed Emanuela Re – avrebbe rappresentato un ennesimo ed ingiustificato taglio nell’ambito del diritto all’istruzione”. Gli sportelli di segreteria rappresentano per i giovani del nostro territorio l’elemento in più, servizio di eccellenza determinante nella scelta dell’università peloritana

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close