cani-avvelenati

Cani avvelenati: due in pochi giorni. Ma non è la prima volta

Gioiosa Marea – Due cani avvelenati in pochi giorni. Questa l’agghiacciante scoperta di alcuni residenti di contrada S. Leonardo a Gioiosa Marea. Ma la situazione sembra non essere nuova per gli abitanti gioiosani.

Abbiamo intervistato una volontaria che per anni si è occupata della cura e del recupero dei cani randagi: “Abbiamo da sempre curato gli animali, togliendoli dalla strada e affidandoli alle famiglie – racconta la volontaria – ma non è la prima volta che subito dopo l’affidamento, chi accoglieva questi piccoli esseri, li trovava inspiegabilmente morti“. Il fatto pare essere accaduto in più casi, negli anni passati, tanto da aver portato i volontari gioiosani a richiedere in un episodio, un’autopsia sul cadavere di un povero cagnolino deceduto.

Pochi i riscontri ottenuti sino ad oggi a Gioiosa Marea da chi ha combattuto contro questi crudeli gesti.

Nei giorni scorsi, da quanto emerge, pare che siano stati distribuiti bocconi avvelenati nelle campagne di Gioiosa Marea. Così, dopo la denuncia della Signora Pina Arcilesi, padrona di una cagnolina, Chloe, trovata morta a pochi metri da casa,  il sindaco, con ordinanza, ha disposto l’apertura di un’indagine da effettuare in collaborazione con le altre autorità competenti, disponendo inoltre l’immediata segnalazione, tramite appositi cartelli, della zona sede di pericolo per sospetto avvelenamento di animali e il sopralluogo nella medesima zona, al fine di accertare l’eventuale presenza di bocconi avvelenati o simili e, in caso positivo, l’inoltro all’istituto zooprofilattico per gli accertamenti dovuti.

Episodi che creano paura tra gli abitanti della zona ma soprattutto tanta rabbia per un gesto vile e codardo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close