riabilitazione

Riabilitazione bimbi disabili, mamme sul piede di guerra: “I nostri figli non sono pacchi”

Patti – Nuove disposizioni sugli orari delle terapie per i bimbi con disabilità al centro riabilitativo di contrada Santo Spirito. E scatta la protesta dei genitori per i disagi a cui inevitabilmente si andrà incontro. Ieri il sit in all’interno dei locali della struttura con circa trenta madri determinate ad ottenere chiarimenti sul provvedimento emanato dall’Unità operativa di Neuropsichiatria infantile attraverso cui sono stati aumentati i giorni delle sedute, che passano da tre a cinque lasciando invariate le 3 ore e 45 minuti a settimana. Purtroppo questo è un problema che potrebbe toccare anche altri centri come Capo d’Orlando ad esempio.

La comunicazione sarebbe avvenuta in modo verbale e senza alcun preavviso: «Da un giorno all’altro – dichiarano i genitori – è stato stravolto il programma settimanale e non ne comprendiamo il motivo. Adesso ci ritroveremo ad affrontare il doppio dei disagi».

A soffrire maggiormente la decisione sono proprio i bambini del centro, col rischio di disorientamento scolastico: «Con le insegnanti – spiega uno dei genitori – avevamo concordato il calendario delle attività didattiche anche in base agli orari di uscita anticipata. I nostri figli avevano già acquisito delle abitudini che adesso saranno totalmente stravolte».

Altro problema: far quadrare gli orari lavorativi dei genitori, soprattutto di coloro che provengono dai paesi limitrofi. Senza contare la lievitazione dei costi di trasferimento. Infine le criticità relative al trasporto pubblico espletato dal “Taxi Amico”, che non riuscirebbe a coprire con efficienza i due giorni aggiuntivi. Su quest’ultima questione è intervenuto il sindaco Aquino, il quale ha assicurato il massimo impegno per cercare di garantire il servizio sui cinque giorni.

Intanto il direttore generale dell’Asp, Gaetano Sirna, ha spiegato che il provvedimento scaturisce da un obbligo di legge, poiché non sarebbe consentito accumulare due sedute in un unico giorno. Da qui l’esigenza di portare a cinque i giorni settimanali dedicati alle terapie.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close