37-umberto_eco

“Epitaffio per Umberto Eco” di Giovanni Torres La Torre

Capo d’Orlando – Gli eventi, quelli più dolorosi, più significativi, non possono che toccare, emozionare. La naturale conseguenza per un ricordo solenne è la lettura di un componimento poetico che sia strettamente legato all’attualità dei fatti. Così Giovanni Torres La Torre continua il suo meraviglio racconto in versi di quanto accade attorno a noi. La morte di Umberto Eco è uno di quei giorni che resteranno nella storia del nostro paese, che segna un momento significativo della nostra cultura. Di seguito l’ultimo componimento poetico di Torres La Torre dedicato proprio alla scomparsa del noto scrittore filosofo di Alessandria.

“La sua memoria era un archivio formidabile”, ha scritto Eugenio Scalfari. Il nome della rosa fu un successo planetario, tradotto in quarantacinque lingue. Ora che se n’è andato, centinaia e centinaia di milioni di lettori, rileggendo le parole di tutti i suoi libri, non si sentiranno soli. 

EPITAFFIO PER UMBERTO ECO

di Giovanni Torres La Torre

 

Non sono stanche le sue parole

in questa notte che le riflette

nello stupore di uno specchio

al cui argento la vita si sfarina

e in visita – chi va là? –

porgono il saluto al bicchiere della staffa

evocando in estremo desiderio

Il nome della rosa

in tremito e ansia di voce

con lo stelo nella sete del cristallo

come spada prigioniera nella roccia

e che ora si disinganna.

 

 

Capo d’Orlando, 20 febbraio 2016

www.giovannitorreslatorre.it

giovanitorreslatorre@gmail.com

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close