no css

Css, le associazioni si organizzano. #decidiamoNOI consolida il muro del NO

MILAZZO – Un NO forte, deciso, esternato più volte. Associazioni e cittadini non hanno mai risparmiato le forze per esprimere la loro contrarietà al termovalorizzatore che l’azienda A2A vorrebbe realizzate alla Centrale Edipower di San Filippo del Mela.

Quel NO lo hanno pronunciato anche i cittadini di San Filippo del Mela e Gualtieri Sicaminò lo scorso 31 gennaio, in occasione del referendum consultivo. Il parere contrario è andato oltre il 96% nel comune guidato dal sindaco Luigi Aliprandi. Addirittura il 99% è stato raggiunto a Gualtieri.

Il territorio, insomma, quell’inceneritore non lo vuole e lo ha sempre detto a chiare lettere. Poco importa ai residenti della Valle del Mela se la Regione Siciliana si è invece schierata favorevolmente sulla realizzazione di due mega inceneritori sull’isola. La gente il CSS nell’area ad elevato rischio di crisi ambientale proprio non lo vuole.

Così, mentre sindaci e amministratori dell’hinterland provano a ricompattare un fronte che nel tempo si è frammentato troppo sulla questione, le associazioni serrano le file.

Il prossimo 12 e 13 marzo, a Milazzo, è prevista una “due giorni” fatta non soltanto per protestare, ma anche per informare e sensibilizzare. Sono trentasei le associazioni che hanno deciso di unirsi sotto l’hashtag #decidiamoNOI. Vogliono far sentire la loro voce sul futuro del comprensorio e non appaiono per nulla rassegnate ad accettare la realizzazione dell’impianto a CSS.

Ieri, intanto, i sindaci del comprensorio del Mela hanno individuato un percorso comune per attuare una sinergia.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close