carnevale 1

Carnevale Pattese, verso l’abolizione del concorso? Cosa salvare e cosa no

Patti – Ad avanzare la proposta è l’assessore al turismo Fabio Longo: abolire il concorso dei carri allegorici e lavorare alla realizzazione di tre o quattro grandi manufatti con la collaborazione di tutti i maestri della cartapesta.

carnevale2

Alla base dell’idea la convinzione che il Gran Carnevale Pattese ne guadagnerebbe in qualità: «È solo una suggestione, non c’è nulla di concreto, ma sarebbe bello se i protagonisti del carnevale pattese si unissero e lavorassero fianco a fianco su un progetto comune, abolendo la distinzione tra vincitori e vinti», ha dichiarato il giovane amministratore. Il concorso rimarrebbe valido solo per i gruppi, incentivando la partecipazione dei cittadini alle sfilate e recuperando la tradizione (oggi un po’ in declino) dei vestiti sfarzosi e delle grandi coreografie.

Intanto sulla 54esima edizione è calato il sipario; ed è tempo di bilanci. Tra note positive e negative, l’auspicio è che ci si migliori ancora e che la manifestazione riprenda vigore dopo le ultime appannate edizioni.

 

COSA SALVARE:

ENTUSIASMO E COINVOLGIMENTO . Tanta partecipazione e voglia di divertirsi. Anche quest’anno la città si è lasciata ammaliare dal fascino del carnevale riversandosi in strada per assistere alla manifestazione. Graditissima la partecipazione alla sfilata di martedì dei carri e dei gruppi provenienti da San Piero Patti e Librizzi.

IL VENERDI’. Ottima l’idea di una sfilata d’apertura con un percorso breve e un parco chiuso tra le piazze Marconi e Sciacca. Quantomeno si è trovato il modo di mettere a tacere le solite polemiche sull’inopportunità di recuperare una sfilata durante il periodo quaresimale nel caso di avverse condizioni meteo.

IL SABATO DEI BIMBI. Riuscitissimo il Carnevalino dei Bambini nei locali comunali di piazza Sciacca grazie anche alla preziosa collaborazione di alcuni volontari. Tra giochi, animazione e merenda collettiva si è riusciti a regalare ai più piccoli un meraviglioso pomeriggio di festa.

IL CARNIVAL PARTY. Isola pedonale, locali pieni e tantissime maschere sabato sera sul lungomare di Patti Marina. Musica in filodiffusione e serata a tema in stile anni ‘70 hanno fatto da sfondo ad una serata piacevolissima, permettendo a tantissimi giovani di rimanere a Patti senza l’obbligo di spostarsi fuori città per andare a ballare.

L’ANIMAZIONE. Bravissimi i due presentatori, Daniela Buttò e Salvatore Pizzuto, che formano ormai una coppia collaudata alla conduzione del Gran Carnevale Pattese. Ottima anche la scelta delle band che si sono esibite sul palco di piazza Marconi .

IL SERVIZIO D’ORDINE. Impeccabile il lavoro svolto dal corpo di Polizia municipale, dalle associazioni di protezione civile, dalle forze dell’ordine e dal personale di soccorso durante le tre sfilate. Bilancio con zero incidenti e viabilità scorrevole.

 

COSA RIVEDERE:

LA QUALITA’. Forse il tasto più dolente. A parte “Angel and Devil” di Granata, nessuno dei carri ha brillato per qualità e bellezza. L’impressione è che si sia lavorato in fretta e senza grosse ambizioni. Stesso discorso per i gruppi: escludendo “Rose Rosse”, sembra non vi sia più traccia dei fantastici costumi a cui il carnevale pattese ci aveva abituato.

L’ALLEGORIA. È il sale del carnevale, eppure se ne sono dimenticati davvero tutti. Nessuna satira politica, nessun tema a sfondo sociale o d’attualità. Insomma, nessun carro o gruppo si è concesso un di po’ di provocazione e di irriverenza, preferendo, al contrario, temi scontati e alquanto banali.

L’ORDINE DELLE SFILATE. Piazzare proprio al centro del corteo un carro come quello degli “All Blacks” non è stata la scelta migliore. Un centinaio di adolescenti vestiti interamente di nero che sfilano seguendo un camion da cui si propaga musica techno e house. Non è proprio il senso del carnevale, ma anche loro hanno diritto di divertirsi. Bastavi metterli in coda. Fortunatamente si è raddrizzato il tiro martedì.

carnevale 3

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close