rissa 02

Mano pesante del giudice sportivo anche per il Città di Rocca. Squalifica di 5 anni a Currò e 4 a Nania

Capri Leone – Città di Rocca-Real Merì finisce 3-0: il 2-0 maturato nei primi venti minuti della gara disputata sabato al “Nuovo Comunale” di Rocca si tramuta in una sconfitta a tavolino per gli ospiti. Il Giudice Sportivo di Seconda Categoria non ha usato la mano leggera nei confronti di Alessandro Currò (squalificato per cinque anni “per avere strattonato l’arbitro e per averlo aggredito prima stringendone con forza il collo con entrambe le mani e poi colpendolo con un violento pugno all’altezza dell’orecchio destro che procurava forte dolore; nonché per avere assunto grave contegno offensivo e minaccioso nei confronti del direttore di gara”) e Ivan Nania (fuori fino al Giugno 2020“per avere colpito l’arbitro con un calcio alla gamba destra che provocava fortissimo dolore”). Oltre a loro due, altri sei calciatori sono stati squalificati per la rissa (con la responsabilità di entrambe le squadre) e la successiva sospensione della gara, addebbitata dal Giudice “in via esclusiva” al Real Merì.

Gli squalificati dei gironi D-E
Fino al 31/1/2021 Currò (Real Merì)
Fino al 30/6/2020 Nania (Real Merì)
Sei gare: Caruso (Città di Rocca), Puliafito (Real Merì)
Quattro gare: Lombardo, Montagno Bozzone (Città di Rocca), Grasso, Scolaro (Real Merì)
Tre gare: Fazio (Città di Rocca), Scolaro (Real Merì)
Due gare: Fabio (Mirto)
Una gara: Mancuso (Cinquesei Vigliatore), Artale (Fitalese), Sottile (Gualtierese), Germanà (Peloro Annunziata)

Di seguito il referto ufficiale pubblicato dal Giudice Sportivo di Seconda Categoria:

Esaminati gli atti ufficiali i quali, come è noto, godono di fede privilegiata, dagli stessi si rileva che al 18′ del p.t., dopo la realizzazione di una rete da parte della Società Città di Rocca, il calciatore Currò Alessandro (07/07/1975), Società Real Merì, strattonava l’arbitro e lo aggrediva prima stringendone con forza il collo con entrambe le mani e poi colpendolo con un violento pugno all’altezza dell’orecchio destro che procurava forte dolore; il Currò assumeva inoltre grave contegno offensivo e minaccioso nei confronti del direttore di gara; Alla notifica della consequenziale espulsione, l’arbitro veniva accerchiato da altri calciatori della Società Real Merì che lo insultavano e minacciavano e tra di essi il calciatore Nania Ivan che lo colpiva con un calcio alla gamba destra che provocava fortissimo dolore;

A causa delle violenze subite, l’arbitro, non più nelle condizioni psico-fisiche atte a proseguire nella direzione della gara, decideva di sospenderla definitivamente;

Subito dopo tra i calciatori di entrambe le squadre scoppiava una rissa e tra tutti l’arbitro riconosceva Caruso Andrea, Lombardo F. Nunzio, Montagno B. Antonino e Fazio Antonino (Città di Rocca) e Puliafito Francesco, Scolaro Giuseppe, Scolaro Davide e Grasso Luca (Real Merì), colpevoli di quanto loro ascritto al corrispondente paragrafo relativo ai provvedimenti disciplinari;

Per quanto sopra;

Sancita la responsabilità della Società Real Merì alla quale in via esclusiva va addebitata la sospensione definitiva della gara e di entrambe le Società per quanto attiene al comportamento dei loro calciatori in occasione della rissa scoppiata dopo la suddetta sospensione;

Dato atto che i provvedimenti disciplinari adottati a carico dei tesserati sono pubblicati in altra parte del presente C.U.;

Visto l’art. 17, comma 1, del C.G.S.;

Si delibera:

Di infliggere alla Società Real Merì la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3 e l’ammenda di Euro 250,00;

Di infliggere alla Società Città di Rocca l’ammenda di Euro 100;

Si delibera altresì, ai sensi dell’art. 16, comma 4 bis, del C.G.S. che alla Società Real Merì, per effetto delle sanzioni comminate ai calciatori Currò Alessandro e Nania Ivan, vengano applicate le misure amministrative poste a carico delle Società dilettantistiche e di Settore Giovanile, deliberate dal Consiglio Federale per prevenire e contrastare le condotte violente nei confronti degli ufficiali di gara.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close