fucile

Tre mesi per il giovane che aveva sottratto il fucile al nonno

Brolo – 23enne arrestato dai Carabinieri a Brolo. Prima va ai domiciliari, poi patteggia e oggi per “direttissima” è stato condannato a tre mesi. Come già scritto ieri, i Carabinieri della Stazione di Brolo ai comandi del luogotenente Tindaro Chiofalo hanno arrestato un 23enne del luogo che ieri notte, durante un servizio di controllo, è stato sorpreso dai militari in possesso dell’arma. I carabinieri infatti avendo notato un atteggiamento sosspetto, camminava con passo svelto lungo una strada nel centro, hanno effettuato un controllo. Il giovane vista l’arrivo della pattuglia aveva cercato di disfarsi del fucile, buttandolo dietro una fioriera, ma i Carabinieri l’hanno rinvenuto, traendo in arresto il ragazzo. Si tratta di un fucile calibro 12 semiautomatico – regolarmente denunciato -che il giovane, senza porto d’armi, aveva sottratto a suo nonno.

L’arma era detenuta all’interno della cassaforte, ed il proprietario era del tutto ignaro dell’avvenuta sottrazione.

Il ragazzo è stato immediatamente posto ai domiciliari. Poi oggiè stato processato, a Patti, per direttissima. Ha patteggiato la pena – tre mesi e qualche giorno – e rimesso in libertà. L’arma è stata consegnata al legittimo proprietario.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close