tribunale-patti

“Acque pulite”, sono otto gli indagati. Avvisi di garanzia anche per Sottile e Mancuso

Sant’Agata Militello – Carmelo Sottile, attuale primo cittadino, l’ex sindaco, senatore Bruno Mancuso, il funzionario dell’Ufficio Tecnico del comune Giovanni Amantea, i titolari delle imprese che hanno gestito il depuratore santagatese: Edmondo Delfino, Pietro Laccoto (di Brolo), Salvatore Silla; Sarino Galipò e Paolo Rienzi, rispettivamente titolare e autista dell’impresa di autoespurgo “La Dinamica” di Capo d’Orlando. Questi gli indagati nell’ambito dell’inchiesta sullo smaltimento dei fanghi da depurazione all’interno del depuratore di Sant’Agata Militello che rientra nell’ampia indagine denominata “Acque pulite” portata avanti dalla Procura della Repubblica di Patti. Nei loro confronti sono stati emessi gli avvisi di garanzia a conclusione delle indagini.

Vengono contestati agli indagati, a vario titolo, reati di natura ambientale, come la realizzazione di discarica non autorizzata di rifiuti speciali e lo scarico a mare di reflui fognari non depurati. Nei confronti dei due sindaci coinvolti, Bruno Mancuso sino al 2013 e Carmelo Sottile adesso e del funzionario dell’Ufficio Tecnico Amantea, sono contestati l’occupazione abusiva del demanio marittimo, riguardo la condotta sottomarina di scarico e l’omissione di atti d’ufficio.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close