San-Sebastiano

In migliaia alla festa di San Sebastiano

Mistretta – E’ devozione, suggestione ed emozione. Per la processione di San Sebastiano, il 20 gennaio ed il 18 agosto, Mistretta si ferma e si getta ai piedi del suo patrono. In migliaia hanno riempito le antiche vie del centro mistrettese per assistere al passaggio della “vara” e della “varetta” portate a spalla dai “portanti”, vestiti in abito tradizionale con camicia e calze bianche, pantaloni di velluto nero, fazzoletto carminio al collo. Religiosità e folklore si mescolano nei momenti più intensi della processione: “la corsa “, “la vutata” quando i portanti cambiano spalla per riportare il Santo in Chiesa, e “la girata” a San Vincenzo per riprendere la corsa verso il percorso tradizionale. Nonostante le rigide temperature, la neve non ha fermato la festa.
San Sebastiano
L’amministrazione comunale, guidata dal sindaco Liborio Porracciolo, si è sostituita ai “devoti spalatori” ed ha fatto liberare le via cittadine per consentire il passaggio regolare della processione. Essendo la festa il 20 gennaio, spesso la neve ha fatto da suggestiva cornice e per far uscire San Sebastiano e si racconta che una volta ad armarsi di pale e guanti erano proprio i mistrettesi. Qualcuno temeva che il ghiaccio potesse far rinviare la festa, così non è stato grazie al lavoro dell’amministrazione e al lavoro del “cielo” che ha fatto alzare le temperature.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close