scurria 2

Scurria rinviato a giudizio per ingiuria

Sant’Agata – “E’ un serial killer della lingua italiana lei”. Questa la fase indirizzata all’assessore Giuseppe Puleo per cui Scurria dovrà rispondere del reato di ingiuria, articolo 594 del codice penale. Durante il consiglio comunale del 24 marzo 2015 – come si legge nella citazione a giudizio firmata dal pubblico ministero di Patti Maria Milia – il presidente “ha interrotto l’intervento politico dell’assessore Giuseppe Puleo, al fine di offendere l’onore ed il decoro con le frasi è un serial killer della lingua italiana lei, sembra un serial killer della lingua italiana lei, sembra un serial killer, assessore non ha la parola, consigliere continui”. Scurria, che non vuole rilasciare nessun commento, dovrà presentarsi il prossimo 25 gennaio, dinanzi al giudice di pace di Patti. Anche se fosse condannato, per il presidente del consiglio non si tratterebbe comunque di reato, ma di illecito amministrativo. Infatti, il reato di ingiuria è stato recentemente depenalizzato dal pacchetto depenalizzazioni del governo Renzi.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close