Consiglio Pettineo

La mozione non passa, in 7 si dimettono e il consiglio decade

Pettineo – 7 consiglieri comunali si sono dimessi e il consiglio è decaduto. Rosario Di Marco, Felice Ruffino, Gianfranco Gentile e Carmelo Machì del gruppo consiliare “crescere insieme”, Nino Sangueduolce, Francesco Russo ed Emanuela Cicero indipendenti, hanno lasciato la carica dopo la bocciatura della mozione di sfiducia, 7 favorevoli e 5 contrari, contro il sindaco Liberti. Il sistema delle autonomie locali stabilisce, infatti, che i consigli vengano sciolti anche nel caso di un atto collettivo, come le dimissioni di oltre la metà dei consiglieri “ultra dimidium”. Quelli di Pettineo sono 12 per cui i 7 dimissionari, si sono trascinati dietro l’intero organo. Adesso al posto del consiglio arriverà un commissario ma sindaco e giunta restano in carica. Il colpo di scena, però, è arrivato alla fine della seduta quando – come si legge nel documento diramato dall’amministrazione – è stata consegnata al segretario comunale una lettera “antecedentemente preparata” con la quale i 7 comunicavano le dimissioni. “Ancora una volta questi personaggi dimostrano di non fare il bene della comunità – ha commentato il presidente del consiglio Pino Barberi – depauperandola dell’organo di rappresentanza democratica per eccellenza”. Le prime parole del sindaco Liberti sono per i 5 consiglieri del gruppo “ancora uniti per Pettineo” che lo sostengono. “Marinaro, Muratore, Fasolo e Belbruno a sostegno hanno svolto con dedizione e passione il loro mandato e continueranno a lavorare a fianco dell’esecutivo senza distinzioni di ruoli”. Il primo cittadino difende l’azione della sua giunta, agli assessori non è stato consentito di prendere la parola in aula durante la discussione della sfiducia, e attacca pesantemente i suoi oppositori. “E’ l’ennesima azione codarda, deludente ed insignificante – scrive il primo cittadino – da parte di chi è mosso da profondi personalismi che si allontanano dai principi sani su cui si possa fondare una cosciente e responsabile politica di servizio alla comunità”. Intanto i consiglieri del “no consiglio” preparano un documento per spiegare alla comunità pettinese le loro ragioni.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close