Consiglio Mistretta

Presunte minacce al revisore unico dei conti?

Mistretta – “Ritengo doveroso esprimere ampia e incondizionata solidarietà al revisore unico dei conti Giuseppe Tamburello, a seguito del vile attacco alla sua professionalità e, prima ancora, alla sua persona, sferrato con l’unico tentativo di condizionare e intimidire la sua indiscussa competenza, serietà ed autonomia”. Questa dichiarazione del presidente del consiglio, Felice Testagrossa, ha aperto e di fatto chiuso la seduta in cui doveva essere discussa l’approvazione del bilancio di previsione annuale 2015.

Chiuso perché Il gruppo “cambia Mistretta” che sostiene il sindaco Liborio Porracciolo, il quale non ha la maggioranza in consiglio, ha abbandonato l’aula subito dopo aver ascoltato l’ultima parte della dichiarazione del presidente del consiglio: “invito il sindaco a porre in essere ogni necessaria verifica su quanto accaduto, prendendo in maniera forte e seria le distanze da chi è capace di simili gesti, a garanzia del buon nome dell’amministrazione che rappresenta e dell’intero ente”. Ma cos’è successo al revisore dei conti? Sarebbe “colpevole” di aver dato parere sfavorevole e “politicizzato” al bilancio. Tra attacchi, accuse e insinuazione il consiglio è stato rinviato al prossimo 27 gennaio. Contattato telefonicamente, il primo cittadino Porracciolo ha risposto con serenità e fermezza. “Posso escludere categoricamente, per quello che è di mia conoscenza, che il revisore sia stato mai minacciato o intimidito – ha detto il sindaco – invito pubblicamente il presidente del consiglio a non fermarsi alle sue considerazioni, se ha prova di intimidazioni poste in essere, non so da chi, fornisca dati concreti e saranno approfondite non solo queste affermazioni ma anche tutto ciò che accade all’interno del comune di Mistretta. Il revisore dei conti non si è limitato ad esprimere parere sfavorevole allo schema di bilancio, se così fosse stato, considerato che è stato approvato con il parere sfavorevole del dirigente dell’area economica finanziaria e del segretario comunale, la giunta ne avrebbe preso atto. Il revisore ha espressamente dichiarato che il bilancio è “artificioso”. L’ho invitato – conclude Porracciolo – con nota ufficiale a chiarire le cause della presunta artificiosità, è in corso un corrispondenza, relativa chiarimenti di carattere tecnico burocratico, e preannuncio che risponderò all’ulteriore nota trasmessa dal revisore in cui non mi è ancora chiaro qualche passaggio, ciò solo a maggiore tranquillità e chiarezza da parte del consiglio comunale”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close