william

4 INDAGATI PER LA MORTE WILLIAM CASTRO


Tre medici ed un infermiere dell’ospedale di Sant’Agata Militello sono indagati su esposto della famiglia, per la morte del giornalista William Castro avvenuta il 26 dicembre scorso. Castro, secondo l’esposto presentato in procura, venne
ricoverato per una gastroenterite e, a quanto pare, visto l’aggravarsi delle sue condizioni avrebbe dovuto essere trasferito all’ospedale di Patti da Sant’Agata Militello intorno alle 23,30 della sera di Natale. Invece, venne trattenuto in corsia ancora per molte ore nonostante l’aggravarsi delle condizioni e la presenza di una ambulanza pronta al trasporto. La moglie non riesce a spiegarsi perché, malgrado tutto fosse pronto, il trasferimento di William sia stato effettuato soltanto alle 3 di notte. La donna racconta di aver più volte sollecitato l’intervento dei medici, perché il marito era privo di sensi, ma una volta arrivati all’ospedale di Patti per lui non c’è stato nulla da fare. Il 26 gennaio verrà riesumato il suo corpo ed effettuata l’autopsia per chiarire le cause del decesso. Il sostituto procuratore Alessandro Lia, titolare del caso, sta infatti verificando l’ipotesi che a causare la morte del giornalista di Capo d’Orlando siano state omissioni nelle cure prestate
all’ospedale di Sant’Agata, al momento l’ipotesi è di omicidio colposo.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close