sindaco_patti

A Patti scatta il toto sindaco. Ed è già bagarre elettorale

Patti – Siamo quasi al giro di boa. A meno di sei mesi dalle consultazioni elettorali per il rinnovo delle cariche elettive, a Patti è già scattato il toto sindaco e nei salotti politici della città si respira la classica aria di fermento da campagna elettorale. Solo due, al momento, i candidati ufficiali – Mauro Aquino e Maria Teresa Calabrese – ma i vari gruppi politici stanno lavorando alacremente per tirare fuori un nome spendibile da contrapporre agli attuali candidati.

Diverse le ipotesi al vaglio. Secondo alcune indiscrezioni, il gruppo di riferimento dell’onorevole Gullo starebbe lavorando insieme all’ex sindaco Pippo Venuto per valutare la candidatura di Gianluca Bonsignore, uomo legato a doppio filo all’Udc dell’ex senatore Cimino. In questo caso si riproporrebbe un sodalizio molto simile a quello delle scorse amministrative, quando Venuto, Gullo e Cimino sostennero la candidatura alla poltrona di primo cittadino dell’avvocato Luigi Gullo, oggi in rotta di collisione (politicamente, s’intende) con lo zio Cisco e la cugina Mariella dopo l’adesione di quest’ultima a Forza Italia. Ma il nome di Bonsignore è tutt’altro che blindato. Sulla scena, infatti, potrebbe prepotentemente ritornare Giorgio Cangemi, attuale presidente del Consiglio comunale e politicamente vicino alle posizioni dell’ex sindaco Venuto. Uomo notoriamente moderato e con un certo appeal, Cangemi potrebbe davvero mettere d’accordo tutti.

Intanto in casa Pd sembra regnare parecchia confusione. Dopo l’uscita dei Gullo si sono creati nuovi spazi di partecipazione (è di pochi giorni fa l’ufficializzazione del consigliere Achille Fortunato), ma il sentore è che i “democrat” pattesi siano divisi in troppe anime decise a contendersi la leadership. E tra Big Bang, cuperliani, renziani e nostalgici bersaniani trovare un’intesa appare tutt’altro che semplice. Secondo alcuni “rumors” qualcuno spingerebbe per la candidatura del dott. Gaetano Crisà, personaggio notoriamente vicino all’onorevole Laccoto e che gode di una stima trasversale. Ma in molti sembrano voler fare i conti senza l’oste, anche perché in questo momento sembrerebbe che Crisà non abbia alcuna intenzione di accettare una candidatura.

Su un altro fronte si colloca Nicola Calabria. Il leader del gruppo “Consumatori”, insieme al consigliere Giacomo Prinzi e al presidente del movimento “Città Viva”, Max Mannelli, ha già chiamato a raccolta associazioni e società civile per discutere di un progetto comune, senza però smettere di dialogare con “Alternativa per Patti” dell’ex candidato sindaco Tino Giusto. Riusciranno i due a trovare un’intesa? Difficile fare pronostici, anche perché nessuno di loro ha manifestato ufficialmente l’intenzione di candidarsi.

Infine rimane in ballo il nome di Alessio Papa, attuale vicepresidente del Consiglio, che potrebbe presentare una sua candidatura con l’appoggio del gruppo “NPP”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close