librizziani_pp1

AREE DEMANIALI, LA MINORANZA CHIEDE CHIARIMENTI SU ARGOMENTO DELICATO


I consiglieri di minoranza Sanfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro tornano a chiedere atti al Sindaco Enzo Sindoni e, questa volta, su un argomento che di recente ha fatto discutere dopo la causa vinta da un cittadino nei confronti del Comune paladino. Al centro delle richieste avanzate oggi dai consiglieri eletti nelle liste “Librizzi Sindaco” e “Democratici per Capo d’Orlando” l’uso e occupazione delle aree demaniali da parte dell’Amministrazione. Secondo i “librizziani” il Comune usa, detiene e occupa aree del demanio marittimo vigenti e anche scadute anche per usi diversi dalla fruizione delle spiagge. Bisogna secondo i 4 consiglieri di minoranza verificare lo stato di validità ed efficacia delle concessioni rilasciate all’Ente comunale e delle morosità esistenti. Di seguito la dettagliata interrogazione di Sanfilippo, Trusso, Micale e Gemmellaro:

“premesso:
– che il Comune di Capo d’Orlando usa e/o detiene e/o occupa, con concessione demaniale vigente e/o scaduta, numerose aree del demanio marittimo;
– che numerose altre aree demaniali (ad es., lungomare nuovo, villa “Bagnoli”, ecc.) sono utilizzate dal Comune per usi diversi dalla fruizione delle spiagge;
– che è necessario verificare lo stato di validità ed efficacia delle concessioni demaniali rilasciate al Comune e, ove esistente, l’eventuale morosità dello stesso;
– che, dagli organi di stampa, si è appreso che l’Ente è risultato soccombente in un giudizio con un privato concernente l’uso e/o al transito in una zona demaniale;
– che tale giudizio avrà certamente ripercussioni su situazioni analoghe;
– che, in considerazione del probabile proliferare del contenzioso, occorre razionalizzare la materia; quanto sopra premesso e ritenuto, interrogano per conoscere e /o sapere:
– quali iniziative intende intraprendere a seguito delle risultanze del citato giudizio;
– l’elenco analitico delle aree demaniali munite di regolare concessione demaniale, con l’indicazione degli estremi delle concessioni e dell’anno di scadenza;
– l’elenco analitico delle aree demaniali attualmente occupate e/o usate e/o detenute dal Comune senza concessione demaniale e/o in forza di concessione demaniale scaduta, con l’indicazione degli estremi della concessione e dell’anno di scadenza;
– la quantificazione analitica degli importi dovuti dal Comune all’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente a titolo di canoni per le concessioni demaniali vigenti e/o scadute;
– copia delle istanze sindacali e/o dirigenziali di rilascio e/o di rinnovo anche “in sanatoria” delle concessioni demaniali in scadenza e/o scadute.

Chiedono la risposta scritta e l’inserimento all’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale. Gaetano Sanfilippo Scimonella, Giuseppe Trusso Sfrazzetto, Salvatore Alessio Micale, Gaetano Gemmellaro

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close