Anci giovani

Piano giovani senza soldi, l’Anci di settore attacca

Pettineo – Il problema è la cessione dell’ente Cefop al consorzio Cerf. La giunta Crocetta l’ha bloccata ma in maniera illegittima secondo il tar, per cui la regione dovrà riconoscere all’ente Cefop 32 milioni di euro. Soldi che non ci sono nelle casse regionali e che si possono “recuperare” dal Piano Giovani. Tecnicamente, saranno destinati alla “Priorità 3” le risorse previste nelle “priorità 2 e 9”, praticamente 22,5 milioni che dovevano essere utilizzati per finanziare tirocini “professionali” (per avvocati, commercialisti…) e incentivi alle assunzioni, serviranno per rimpinguare i circa 310 milioni destinati agli enti di formazione. A prendere posizione e a denunciare la situazione anche i due giovani esponenti dell’Anci Giovani Sicilia, Maurizio Lo Galbo, presidente dell’associazione regionale e consigliere comunale di Bagheria e Gianfranco Gentile, componente della direzione regionale e consigliere comunale di Pettineo. “Ovviamente a pagare le conseguenze di ciò saranno centinaia di giovani siciliani che da più di un anno attendono che la regione sblocchi tale situazione e quindi agevoli il loro ingresso nel modo del lavoro – scrivono in una nota – tale situazione è veramente paradossale perché testimonia, ancora una volta, l’incapacità di una giunta Crocetta. Auguriamoci vivamente che adesso l’esecutivo sappia porre rimedio a questa “stortura” e quindi dia maggiore serenità a tutto il mondo giovanile che troppe volte viene mortificato.”

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close