Comune S'Agata

Dopo i numeri del bilancio quelli della mozione contro Sottile

Sant’Agata – E bilancio fu. Il consiglio comunale ha finalmente approvato il bilancio di previsione 2015, con 17 voti favorevoli, l’unanimità dei presenti. In una seduta “pre-sfiducia” sempre con l’indice puntato, sono passati tre dei quattro emendamenti proposti dai consiglieri. Due sono del gruppo di minoranza in appoggio all’amministrazione, l’iscrizione del finanziamento regionale di 600 mila euro per la realizzazione della sala d’asta e l’integrazione di circa 2.400 euro relativa ad un contributo regionale. Niente da fare, invece, per la stipula di tre nuovi incarichi a contratto che l’amministrazione avrebbe conferito nel 2016, emendamento votato ed azzeramento del capitolo da cui l’amministrazione avrebbe attinto le risorse. Risolto”, invece, il problema del quarto emendamento del gruppo di opposizione: 12 mila euro circa da recuperare nei confronti del segretario generale Ribaudo e del vice Bertolino per diritti di rogito incassati ma non spettanti. Il segretario comunale si è dichiarato incompatibile, l’emendamento è stato ritirato e a parte accuse e veleni reciproci, la seduta si è chiusa così. Adesso si lavora ad altri numeri, non quelli del bilancio ma della mozione di sfiducia. Ai “cospiratori” di Sottile mancherebbero solo un paio di firme, voci di corridoio e condizionale d’obbligo ma intanto si scommette su quel che sarà e parlando di futuro, il senatore Mancuso tranquillizza tutti sul punto nascita santagatese e il sindaco Sottile puntualizza e precisa quanto già fatto per i nascituri dalla sua amministrazione.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close