Marandano

Il “colpo” è Marandano, dal Cus Palermo arriva Castigliola

Mistretta – Il direttore sportivo Massimiliano Melidone qualche settimana fa aveva promesso un “colpo di mercato” e così è stato. Totò Marandano, svincolato all’apertura del mercato, lascia il Città di Sant’Agata, era svincolato e si accasa a Mistretta. Un giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni. E’ il classico bomber, fiuto del gol, tecnica sopraffina e intelligenza tattica lo contraddistinguono. Originario di Castelbuono, con cui ha giocato prima di passare al Sant’Agata, ha vestito le maglie di Orlandina e Rocca poi promosso, con cui vinse il titolo di capocannoniere. Ha sempre lasciato il segno nei campionati di Eccellenza e Promozione. Potrebbe essere l’uomo giusto al momento giusto per Mistretta che, nonostante la vittoria nell’ultima giornata di andata contro il Pistunina, è reduce da un periodo opaco reso ancora più grigio da infortuni: ko Angelo Falanga arrivato ad inizio campionato dal Castelbuono ed utilizzato solo per 3 partite, per lui menisco rotto. Lungo stop anche per il capitano Michele La Via al quale è stata diagnosticata una lesione alla caviglia. Ragion per cui, alla corte di mister Gianfranco Melidone, il fratello Massimiliano ha portato anche l’esterno d’attacco Giovanni Castigliola, classe 1996 e arrivato dal Cus Palermo. Le promesse sono state mantenute, speriamo non siano deluse le attese. “Ho trovato un ambiente sereno, società seria, staff tecnico competente e qualificato e compagni di squadra eccezionali – dice Marandano- ho dovuto declinare proposte allettanti anche da parte di società di categoria superiore ma per motivi logistico- professionali ho dovuto declinare. Ringrazio il ds Melidone – conclude – il mister e la società tutta per la fiducia accordatami… cercherò di ripagare sul campo dando sempre il massimo”.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Close