Jasaitis

L’Orlandina svanisce nel finale.Ancora una sconfitta

Capo d’Orlando – E’ stato messo in scena il solito copione ieri sera al Pala Fantozzi. Quando bisogna tirare fuori gli attributi cala il sipario.

La Betaland Capo d’Orlando cade ancora in casa sotto i colpi della Sidigas Avellino per 55-73. Gara per tre quarti in equilibrio con l’Orlandina che parte bene e per metà gara tiene testa agli irpini, poi nella seconda metà gli ospiti sono usciti allo scoperto vincendo di fatto il match nell’ultimo parziale.

 

CRONACA

Betaland Capo d’Orlando – Sidigas Avellino 55-73 (16-12)(32-32)(46-47)

Betaland Capo d’Orlando: Stojanovic 7, Ihring ne, Basile 3, Ilievski 2, Laquintana 6, Perl 8, Metreveli 2, Jasaitis 2, Bowers 11, Oriakhi 14, Galipò G ne. All: G. Griccioli.

Sidigas Avellino: Norcino ne, M. Green 2, Veikalas 6, Acker 4, Leunen, Cervi 12, Severini ne, Nunnally 22, Pini, Buva 10, Ragland 17, Parlato ne. All: Sacripanti

 

Coach Griccioli manda in campo dall’inizio Ilievski, Perl, Basile, Bowers e Oriakhi. In panca figura anche Simas Jasaitis, dato per indisponibile alla vigilia, l’ala lituana ha, infatti, insistito per essere in campo oggi e poter così dare un mano ai suoi compagni.

Primi due della serata di Laurence Bowers, per gli irpini va a segno Nunnally dall’arco. Bowers fa 2/2 in lunetta, Zoltan Perl finta la tripla e realizza dalla media, poi realizza ancora in penetrazione e al quarto è 8-3. Coach Sacripanti chiama time-out, in uscita dal minuto di sospensione realizza Acker in isolamento. Perl ne mette altri due, gli ospiti provano a risalire e all’ottavo impattano sul 12 pari con la tripla di Ragland. Rimbalzo di Stojanovic e passaggio rugbystico per Perl che galleggia in aria per il 14-12. Grande impatto del classe 1997 Stojanovic in difesa (2 stoppate, un rimbalzo e una recuperata da quando è entrato in campo), Tommaso Laquintana ha recuperato dalla botta al ginocchio e allo scadere del primo quarto va anche a segno (16-12).

Buva apre il secondo quarto, ma Stojanovic in penetrazione è difficilmente contenibile per la difesa biancoverde e al 12esimo è 20-14. Break ospite che permette il sorpasso, ma la risposta è immediata con Stojanovic che serve l’assist per la schiacciata di Oriakhi (22-21 al 14esimo). Basile assiste Metreveli appena entrato che dall’angolo ai 5 metri realizza (25-22). Persa in attacco che costa il nuovo sorpasso ospite con Veikalas, Basile dal palleggio mette la tripla ignorante che lo ha reso famoso, ma Ragland pareggia al 16esimo (28-28). Buva fa 2/2, Stojanovic inventa per Jasaitis sotto il ferro. Leunen realizza da sotto, Laquintana sfrutta l’ingenuità di Severini che fa fallo sulla sirena del secondo quarto e con 2/2 ai liberi si va all’intervallo sul 32-32.

 

Al rientro dal parquet Buva realizza dalla media, Ilievski per l’Orlandina appoggia al vetro. Nunnally porta avanti gli ospiti al 22esimo (34-40). Coach Griccioli chiama time-out e in un amen Orlandina nuovamente a contatto (38-40 al 23esimo). Stojanovic dall’arco su assist di Basile riporta la situazione in parità (41-41 al 25esimo). Si stringono le maglie delle due squadre in difesa, gli attacchi faticano e ogni possesso è una lotta. Il quarto periodo si chiude sul 46-47.

Green dalla media porta a 3 i punti dalla media, Oriakhi in acrobazia segna, subisce il fallo e realizza il libero aggiuntivo (49-49 al 32esimo). Nunnally prova a spegnere gli entusiasmi del pubblico di casa con cinque punti in fila (49-54). Ragland dall’arco, Cervi nel pitturato  e con un parziale 2-14 gli ospiti dilagano: 49-61. Ancora Ragland da 3 a 4’ dalla fine e la gara si chiude qui. Finisce 55-73.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close