mirto

Firmato protocollo per l’educazione ambientale

Mirto – La Giunta Comunale di Mirto, con la Delibera n. 89 del 21/12/2015, ha firmato un protocollo d’intesa per la realizzazione di azioni condivise e integrate, in favore dell’educazione ambientale e alimentare. L’accordo, costituito da sette articoli, è stato sottoscritto tra il Comune di Mirto (nella persona del Sindaco Maurizio Zingales), il Prof. Anthony Pereira dell’UCLA (University of California-Los Angeles), l’Associazione Culturale ONLUS “Mediterraneo di Pace” e il CODIFAS (Consorzio di Difesa dell’Agricoltura Siciliana).

I quattro organi, inclusi nel protocollo, hanno i propri ambiti di intervento. Il Comune di Mirto si impegna a fornire informazioni relative alle caratteristiche produttive, ambientali, sociali, architettoniche e tecniche del proprio territorio. Il CODIFAS si occupa del monitoraggio dei bandi offerti dalle Istituzioni Europee, Regionali e da Enti Privati (Fondazioni), al fine di finanziare, organizzare e promuovere sul territorio attività sociali legate all’educazione ambientale. Il Prof. Anthony Pereira fornisce assistenza in ambito tecnico per la formulazione di progetti e soluzioni, volti alla riduzione dell’impatto ambientale dei sistemi di gestione delle risorse naturali (acqua, energia elettrica, gestione del ciclo dei rifiuti) e all’aumento dell’eco-sostenibilità delle attività economiche che insistono sul territorio. L’Associazione “Mediterraneo di Pace” dà il proprio apporto, in materia di cooperazione internazionale e di assistenza e accoglienza ai migranti sul territorio nazionale; infatti gestisce insieme al CRESM (Centro di ricerche economiche e sociali per il Meridione) una casa accoglienza per migranti del circuito SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati).

L’intesa avrà durata di due anni dalla sottoscrizione e non comporta oneri finanziari per il Comune mirtese, che sente l’esigenza di trasformare il suo territorio in un’area eco-sostenibile per affrontare le sfide, imposte dal riscaldamento globale e dal cambiamento climatico.

Si punta con il presente protocollo a raggiungere alcuni obiettivi importanti:

– la promozione dell’educazione ambientale;

– la riduzione dell’impatto ambientale delle attività legate alla gestione delle risorse naturali, all’agricoltura e alla distribuzione alimentare;

–  la promozione della conoscenza e fruizione del territorio agricolo o forestale, e lo sviluppo di colture eco-sostenibili, monitorate attraverso analisi e valutazioni di qualità;

– l’individuazione di possibili fonti di finanziamento in ambito di progettazione comunitaria, regionale e del privato-sociale.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close