DSCN6719

Festival dell’olio e Panettone Day, mix tra gusto e tradizione

Mirto – Fine settimana all’insegna del gusto e della tradizione, quello appena trascorso nel Comune di Mirto. Si sono infatti svolti tra Sabato 12 Dicembre e Domenica 13 Dicembre due importanti eventi, il primo Festival dell’olio di oliva dei Nebrodi e il primo “Panettone Day”, Festa del Panettone Artigianale.

Sabato 12 Dicembre dalle ore 10:30, nella splendida cornice del Salone delle Capriate del Palazzo Cupane di Mirto (sede del Museo del Costume e della Moda Siciliana), si è tenuto il workshop “L’olio di oliva dei Nebrodi e la D.O.P. Valdemone, una risorsa da valorizzare”. Sono intervenuti durante il dibattito Maurizio Zingales, Sindaco del Comune di Mirto; Luigi Ialuna, Vice-Sindaco di Mirto; il Presidente del Parco dei Nebrodi Giuseppe Antoci; l’On. Antonello Cracolici, Assessore alle Risorse Agricole e Forestali della Regione Siciliana; Rosario Schicchi, Direttore del C.I.R.I.T.A. (Centro Interdipartimentale di Ricerche sull’Interazione Tecnologia-Ambiente) dell’Università degli Studi di Palermo; Pippo Ricciardo, Responsabile dell’Ufficio Agricoltura di Sant’Agata di Militello; Francesco Calanna, Presidente del GAL (Gruppo di Azione Locale) Nebrodi Plus.

Il Sindaco di Mirto Maurizio Zingales e il Vice-Sindaco Luigi Ialuna hanno presentato l’evento, spiegandone l’importanza: Il Sindaco afferma: “L’olio è una fonte di guadagno e una prospettiva di lavoro importante. Noi stiamo cercando di creare le condizioni per una filiera e un consorzio degli olii dei Nebrodi”. Il Vice-Sindaco Ialuna aggiunge: “Questo è il primo Festival dell’olio di oliva dei Nebrodi, ma dal prossimo anno verrà organizzato un Salone dell’olio a livello regionale. L’evento è stato allestito in questo periodo, perchè segna la fine della stagione olearia, anche se quest’anno la produzione si prolungherà fino ai primi di Gennaio. Oltre all’olio, oggi si metterà in evidenza la figura del botanico Francesco Cupani, studioso di cui vogliamo rilanciare l’importanza e dedicare un Centro studi”.

Il Presidente del Parco dei Nebrodi Antoci si sofferma su due questioni fondamentali: “Ho la possibilità di intervenire oggi su due argomenti molto importanti, che stiamo portando avanti insieme ai Sindaci. Riguardo all’olio, appoggio questa iniziativa e noi come Parco stiamo applicando delle norme; la prossima settimana verrà attuato il marchio d’area, che darà l’opportunità di mettere il tassello di tutela sui prodotti dei Nebrodi. Le eccellenze gastronomiche dei Nebrodi avranno così la giusta dignità e riconoscenza da parte dei mercati e noi come Parco abbiamo il dovere di tutelarle con una garanzia di qualità. Altra questione è quella del botanico Cupani, il quale rappresenta insieme a Padre Bernardino di Ucria, una vera e propria eccellenza nel nostro territorio nel campo della botanica. Con i Sindaci dei vari Comuni, inseriti nel Parco dei Nebrodi, ci siamo riuniti e abbiamo deciso di andare avanti insieme come un comprensorio. Dobbiamo creare dei progetti comprensoriali, con la firma di tutti i Sindaci. Il nostro territorio è uno dei più bei posti non solo della Sicilia, ma di tutta Italia”.

L’Assessore Regionale Antonello Cracolici sottolinea la bellezza della Sicilia: “Ho accettato l’invito a prendere parte a questo convegno, non solo per amicizia nei confronti dell’Amministrazione, ma perchè l’inizio di questa mia nuova avventura come Assessore Regionale è come un viaggio in giro per la Sicilia. Ho iniziato il mio lavoro all’Assessorato il 4 Novembre e in questi miei primi 40 giorni sto scoprendo una Sicilia straordinaria, bella, non solo per il paesaggio e la nostra storia, ma anche per le punte di eccellenza che ci sono e si sono create, ma che non sappiamo raccontare. Conoscere per raccontare è il mio obiettivo principale, si deve raccontare quello che si fa e narrare quello che si vuole fare. L’agricoltura in Sicilia è un punto di forza, non di debolezza. Quando parliamo di agricoltura, parliamo di prodotto, di ricerca, di processo produttivo. Alcune settimane fa la Sicilia all’Expo di Milano ha condotto il cluster del bio-mediterraneo, ha svolto il ruolo di leadership degli Stati del Mediterraneo. La nostra Regione ha le carte in regola, per investire sulla qualità dei prodotti. Si stima che nei prossimi 20 anni aumenteranno i flussi turistici verso il Mediterraneo e la Sicilia da questo punto di vista si trova in una posizione strategica per la conquista del mercato internazionale. La sfida che abbiamo davanti è creare ricchezza economica, l’agricoltura è il nostro petrolio”.

Rosario Schicchi, Direttore del C.I.R.I.T.A., parla del binomio inscindibile, che si deve instaurare tra prodotto e territorio; il territorio è il valore aggiuntivo di un prodotto e questo vale anche per l’olio. Pippo Ricciardo, Responsabile dell’Ufficio Agricoltura di Sant’Agata di Militello, elenca le qualità delle olive presenti nel nostro territorio e le caratteristiche diverse dei vari olii. Francesco Calanna, Presidente del GAL Nebrodi Plus, afferma di avere apprezzato l’intervento dell’Assessore Regionale Cracolici e ritiene che si debba puntare sullo sviluppo economico sostenibile.

Altri brevi interventi nel corso del convegno sono stati quelli di Giuseppe Lanuto, ex Sindaco del Comune di Mirto e adesso produttore di olio e del Prof. Pereira, Docente presso l’Università dell’UCLA (California, Los Angeles). Inoltre è stato presentato un quadro di Francesco Cupani, realizzato da Mario Valenti, un giovane originario di Mirto.

Ieri sera invece si è tenuto in Piazza Vittorio Emanuele il primo “Panettone Day”, Festa del Panettone Artigianale, grazie all’appoggio di varie pasticcerie: il Bar “La Cometa” di Mirto, la Pasticceria “Freni” di Messina, la Pasticceria “Colosi” di Gualtieri Sicaminò, il “Bar del Corso” di Capo d’Orlando, la Pasticceria “Magia dei Sapori” di Brolo e il Panificio “Ciancio” di Tortorici. Sono stati anche raccolti dei fondi a scopo solidale per i bambini del Reparto Oncologico del Policlinico di Catania e per la Casa Accoglienza “Ibiscus”, nella sede della Polisportiva in Piazza Vittorio Emanuele, in collaborazione con la Lega “Ibiscus Onlus” e l’Associazione “Amici di Nicole”.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close