carabinieri mistretta

Falso abigeato. Deferiti titolare e il nipote di azienda agricola

Mistretta – I Carabinieri della Compagnia di Mistretta, a conclusione delle indagini scaturite a seguito della denuncia di furto subito da un’azienda agricola Capitina, di n. 119 capi di bestiame, tra ovini e caprini, sporta presso la Stazione Carabinieri di Capizzi in data 16.11.2015, hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Enna, per  “simulazione di reato in concorso”, la titolare dell’azienda in questione, 58enne di Capizzi ed il nipote 22enne dipendente della stessa, per aver denunciato falsamente il furto, mai avvenuto, dei suddetti animali, al fine di sanare la situazione di fatto emersa a seguito di un controllo veterinario effettuato da personale ASP di Enna in data 12.11.2015.

Gli animali dichiarati dall’Azienda prima del controllo risultavano 172, gli stessi all’atto del controllo erano solo 53, l’imprenditrice ed il nipote, quest’ultimo presente al controllo dei veterinari, hanno giustificato l’ammanco dichiarando un presunto furto, dimostrato in realtà mai avvenuto poiché in quei luoghi già da diverso tempo non era presente alcuna traccia di animali, circostanza confermata anche dai testimoni chiamati a riferire ai Carabinieri. L’ipotesi su cui stanno ancora lavorando i militari dell’Arma è quella di una probabile vendita sul mercato nero degli animali da destinare alla macellazione clandestina.

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close