gioiosa marea2

Acqua non potabile? Bolletta a metà prezzo

Gioiosa Marea –  Con  sentenza n. 30/09 il giudice di pace di Patti ha dichiarato valide le richieste di Accordino Filippo e Romeo Santi, approvando la riduzione al 50% del pagamento del canone idrico per il periodo 2003-2007. Il tutto perché l’acqua erogata era non potabile.

I due cittadini di Gioiosa Marea, residenti a San Giorgio, si erano rivolti al giudice, ritenendo che il Comune risultasse inadempiente nei loro confronti in quanto titolari di contratto di somministrazione di acqua potabile, mentre veniva erogata acqua non potabile.

E’ principio cardine della disciplina contrattualistica che la prestazione non solo deve essere adempiuta ma deve essere anche adempiuta in modo esatto avendo riguardo sia all’oggetto che alle modalità di esecuzione ovvero alla diligenza, prudenza, perizia, diligenza – si legge nella sentenza –  nel caso di specie il Comune ha somministrato agli utenti acqua non potabile: a ciò consegue, come già correttamente rilevato dal giudice di prime cure, che la prestazione sia stata adempiuta in modo parziale avendo privato gli utenti del servizio di somministrazione di acqua potabile”. Inoltre, “per le utenze di acqua non potabile, i nuovi prezzi di vendita al consumo non possono superare il livello del 50% delle corrispondenti tariffe previste”.

 

Print Friendly

clean-service


mt-infissi


uniscuole

Articoli Correlati

Close